Colonscopia anestesia e sedazione

Wellness

Colonscopia anestesia e sedazione

colonscopia

Per fare la colonscopia è necessario fare l’anestesia? Oppure la sedazione? Cosa bisogna sapere sull’anestesia precedente la colonscopia?

In passato la paura di provare dolore o fastidio ha indotto alcuni utenti a ritardare lo stesso esame colonscopico. Fortunatamente esiste la possibilità di sottoporsi all’esame mediante la somministrazione di anestesia e sedazione. Grazie all’utilizzo della sedazione infatti, l’esame può divenire parzialmente o del tutto indolore.

colonscopia in anestesia locale

L’anestesia locale, in senso stretto, è l’abolizione della sensibilità in una determinata parte del corpo (come un dente o un’area della pelle) senza perdita di coscienza. La tipologia di anestesia implica una differenziazione della preparazione all’esame colonscopico. Nel caso do anestesia locale il paziente infatti può bere bere (ma non mangiare) fino a 5-6 ore prima dell’operazione, cosa che non è possibile fare in anestesia totale.

colonscopia in anestesia totale o generale

Il ricorso alla sedazione o, in alcuni casi specifici, anche all’anestesia generale, permette dei notevoli miglioramenti per l’esecuzione dell’esame, rendendo la procedura generalmente indolore per il paziente stesso.

colonscopia senza anestesia

E’ anche possibile non subire l’anestesia prima della colonscopia. Purtroppo infatti alcuni pazienti non possono sottoporsi a causa di intolleranze, allergie o a causa del rischio per complicazioni derivanti dalle sostanze contenute nei farmaci anestetici.

In questo caso è bene ricordare che la colonscopia non è un esame doloroso. Secondo la maggior parte dei pazienti infatti la sensazione avvertita è definibile come “fastidio”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...