I colori rari dell’iride negli occhi umani: derivazione e implicazioni caratteriali

Cultura

I colori rari dell’iride negli occhi umani: derivazione e implicazioni caratteriali

occhi rari
colori occhi rari

Scopriamo quali sono i colori più rari degli occhi: da quelli scuri a quelli chiari.

Il colore dell’iride in ogni essere umano è determinato dalla genetica, ma quali sono i colori degli occhi rari? L’iride un tratto poligenico determinato dal tipo di pigmento presente. Il gene OCA2 controlla la quantità di melanina che un corpo genera, influenzando il 74% della variazione del colore degli occhi.

Nonostante la genetica, non si può mai essere sicuri di quale sarà il colore degli occhi di un bambino proprio perché esistono anche colori molto rari che sono presenti in pochissime persone.

Occhi rari: i colori

I colori degli occhi possono subire variazioni nel corso dell’esistenza a causa di cambiamenti ormonali nell’organismo, in particolare durante la prima infanzia, la pubertà e la maternità, così come in seguito ad alcuni traumi. Esistono anche occhi che cambiano colore a seconda delle condizioni meteorologiche o che si modificano con il passare del tempo. L’iride può essere bicolore ovvero può avere una parte interna di un determinato colore e la parte esterna di un altro.

La maggior parte degli occhi umani sono marroni o blu, ma altri colori come nocciola e grigio sono più rari.

Inoltre, le diverse popolazioni tendono ad avere diversi colori di occhi che sono maggiormente prevalenti o rari. Ma quali sono quelli davvero infrequenti?

Occhi scuri

Gli occhi scuri sono quelli più diffusi nel mondo. Il marrone è il colore dominante nella specie umana e in molte aree del mondo è pressoché l’unico colore presente nell’iride.

Occhi neri

Alcune persone credono che gli occhi neri non esistano davvero e che il colore sia solo un marrone estremamente scuro. Ci sono stati alcuni casi, tuttavia, che indicano degli occhi puramente neri in esseri umani secondo il libro “Evolution of the Eye”. Per molti si tratta di persone che hanno uno sguardo sensuale e misterioso e hanno molta personalità. Per quanto riguarda il tipo di carattere invece, le persone con gli occhi neri che appartengono alla categoria di quelle con gli occhi scuri, tendono ad essere molto vivaci, estroverse ed intraprendenti.

Occhi marroni

Gli occhi marroni contengono una grande quantità di melanina.

Un marrone con pigmentazione sulla media è molto comune nell’Europa meridionale, nel nord dell’India, in alcune aree del Nord Africa e del Medio Oriente, specialmente in Turchia, Iran e Iraq. Secondo alcuni studi le persone aventi questo tipo di occhi sono preposte allo sport e molto determinate nel raggiungere i propri obiettivi.

Occhi intermedi

Gli occhi intermedi contengono una minore quantità di melanina. Gli occhi di colorazioni intermedie, ossia castano chiaro, nocciola ed ambra, sono diffusi in Europa e presso le popolazioni di ascendenza europea presenti nell’America del Nord, Oceania e nel Sud America.

Castano e nocciola

Gli occhi castano chiaro si caratterizzano per una minore quantità di melanina rispetto agli occhi marroni, ed appaiono pertanto più chiari. Gli occhi nocciola danno l’impressione di variare la propria tonalità dal marrone chiaro al verdastro-oro scuro. Derivano da una combinazione di marrone e verde e ne può risultare un’iride multicolore, ossia un occhio che appare di colore ambrato vicino alla pupilla e di un colore verde scuro nella parte esterna dell’iride o vice versa.

Queste persone sono sicure di se fino all’indipendenza.

Occhi ambrati

Gli occhi ambrati sono spesso chiamati “occhi del lupo” perché ricordano il loro colore. Gli occhi ambrati ( anche detti gialli) sono caratterizzati da un colore pieno e da una forte tinta giallo oro e rame rossastro. Questo potrebbe essere dovuto alla deposizione di un pigmento giallo detto Lipocroma nell’iride (similmente a quanto accade negli occhi verdi). Il Lipocroma è estremamente raro e infatti poche persone hanno gli occhi di questo colore. Gli occhi ambra non sono da confondere con gli occhi nocciola; anche se questi ultimi possono contenere puntini ambra o oro, in genere includono anche altri colori come il verde e il marrone, mentre il colore ambra è una tonalità piena. Hanno la stessa sete d’indipendenza di color che hanno gli occhi nocciola.

Gli occhi chiari

Gli occhi chiari, ossia quelli verdi, grigi ed azzurri, rappresentano le colorazioni più rare al mondo.

Molto raramente gli occhi chiari sono osservabili in Asia ed Africa.
Gli individui con occhi azzurri, verdi o grigi sono più esposti ai danni causati dai raggi ultravioletti rispetto agli individui con occhi di colore scuro. La loro rarità deriva dal fatto che questo gene è recessivo.

Occhi verdi

Non l’avremmo mai detto perché probabilmente tutti conoscono persone che hanno gli occhi verdi. ll colore verde è infatti il più comune tra i colori considerati rari, dato che si trova in qualunque parte del mondo. Tuttavia soltanto il 2% della popolazione mondiale possiede occhi di questo colore. Il verde è un colore particolare, che appartiene a persone che hanno una elevata propensione alle generosità pur essendo molto permalose.

Occhi grigi

Gli occhi grigi contengono una maggiore quantità di melanina rispetto agli occhi blu. Un occhio che diventa grigio può indicare la presenza di una uveite, anche se questa è associata ad altri segnali più evidenti. Un colore affascinante, raro e particolare. Le persone con gli occhi grigi sono sincere e spesso tendono ad essere discrete e si mettono raramente in mostra per timore del giudizio delle persone più invidiose.

Occhi azzurri

Gli occhi azzurri sono dovuti ad una ridotta quantità di melanina e sono legati alla densità di proteine nello stroma. Le donne con questa caratteristica sopportano meglio i dolori del parto

Per rimanere in tema

Uno studio di Giovanni Montanaro sulla storia d’amore tra Margherita e Raffaello, uno dei più grandi pittori italiani, che ha come sfondo la bottega del grande artista e descrive con accuratezza le opere realizzate nel periodo. Un inno all’ultimo dipinto di Raffaello dedicato alla donna di cui è innamorato, diventato famoso grazie allo sguardo magnetico della protagonista.

Un’opera che ha sempre suscitato questioni e interrogativi e che ancora non ha dato risposte: La Gioconda. Con la descrizione accurata dell’esperto Alberto Angela, “Gli occhi della Gioconda” è un volume che racconta il percorso che sta dietro alla creazione di un’opera così grande, attraverso la ricostruzione del volto della donna da ogni singolo aspetto del quadro, in particolare dagli occhi.

Occhi rossi e viola

Molto spesso, gli occhi rossi li hanno persone con problemi di pigmentazione, come gli albini. Ci sono alcuni rari casi in cui persone senza problemi di pigmentazione hanno gli occhi rossi. Questo colore potrebbe essere il risultato di una piccola perdita di sangue nell’iride. Si tratta di uno dei colori più rari per quanto riguarda gli occhi umani.

Ci sono un paio di situazioni diverse che possono far sembrare gli occhi viola. Quando non c’è abbastanza pigmento nell’iride per coprire i vasi sanguigni, la luce che si riflette su questi vasi può far sembrare gli occhi viola. Ciò accade anche quando una persona che ha gli occhi blu ha gli occhi iniettati di sangue, facendoli sembrare viola. Se siamo di fronte alla seconda situazione, il colore viola negli occhi è temporaneo. Diventò famosissima per i suoi rari occhi viola l’attrice di Cleopatra Liz Taylor.

Per ottenere il colore degli occhi desiderato

Molte persone desiderano avere un colore degli occhi diverso da quello che effettivamente li caratterizza e, ormai da molti anni, ciò è possibile grazie all’invenzione delle lenti colorate. Grazie alle lenti colorate senza gradazione è possibile modificare il colore dell’iride senza danneggiare la vista. In commercio sono disponibili numerose varianti di colore: dai classici come azzurro, verde, marrone ai più particolari come rosso, viola e grigio.

Particolarmente adatte per feste a tema ed eventi particolari, le lenti possono essere utilizzate anche nella vita di tutti i giorni.

Esperimento che dimostra la facilità con la quale i nostri occhi vengono ingannati

i colori degli occhi più rari

5 Commenti su I colori rari dell’iride negli occhi umani: derivazione e implicazioni caratteriali

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche