Colpevole di non essere figlio - Notizie.it

Colpevole di non essere figlio

Attualità

Colpevole di non essere figlio

img1024-700_dettaglio2_Arresto-Bossetti_5La notizia che da giorni tormenta gli inquirenti, la cronaca e buona parte degli italiani, è quella del presunto assassino di Yara Gambirasio e sulla verità di alcuni retroscena di paese: sapere se Massimo Giuseppe Bossetti sia figlio legittimo di suo padre oppure no. Come una giostra cigolante in cui i cavalli sono stati tolti per lasciare solo i pali da lap dance, la morbosità dei retroscena familiari emergono inesorabilmente, offuscando la reale motivazione dell’arresto dell’uomo. Per alcuni divulgatori dell’informazione ‘anti-giornalistica’, sembra più importante il “seme” della ben più pericolosa “follia“, a tal punto che l’altro giorno il Garante della Privacy è intervenuto richiamando i media al «massimo rispetto sugli aspetti intimi della persona». Una corsa alla contro notizia, trascinandoci in uno scoop di paese zeppo di pettegolezzi tra comari in fila dal panettiere, come se scoprendo chi sia realmente il padre di Bossetti si possa far luce su questo terribile omicidio.yara-gambirasio-massimo-bossetti-dna-1-770x529

Non interessa sapere chi sia il colpevole, la notizia risulterebbe insipida.

Bisogna dare di più. Scavare nelle vite intime delle persone e comprendere, senza capire, che cosa abbia spinto un uomo a compiere un gesto così crudele quanto mai ingiusto. La sofferenza dei genitori, invece, viene conservata solo come un asso nascosto nel polsino della camicia e mostrato al fine di istigare il malcostume, la morale e il mal pensiero. L’amara arte del non dare informazione è proprio questa: esasperare una notizia sino a renderci partecipi di un adulterio — se mai ci sia stato —, quando la notizia è un’altra. Mi auguro che chiunque sia l’omicida della piccola Yara venga processato e sentenziato da una Corte attenta al caso, non interessata a vecchie scappatelle coniugali.

R.I.P. Yara.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche