Come combattere il colesterolo e stimolare le difese immunitarie

Salute

Come combattere il colesterolo e stimolare le difese immunitarie

colesterolo
Come combattere il colesterolo e stimolare le difese immunitarie

Oggi vi parleremo di un prodotto straordinario per tenere basso il colesterolo e aumentare le difese immunitarie, ma prima tenteremo di saperne di più sul colesterolo

Combattere il colesterolo è una delle più grandi sfide dell’uomo moderno, ma è anche vero che se non conosci il tuo “nemico”, non puoi affrontarlo. Oggi vi parleremo di un prodotto straordinario per tenere basso il colesterolo e aumentare le difese immunitarie, ma prima tenteremo di saperne di più sul colesterolo, e sul perchè ci sono ancora tante zone oscure su una delle sostanze più importanti e più presenti nel nostro corpo. Una sostanza molto spesso demonizzata ma in realtà, come scopriremo, assolutamente indispensabile pre il corretto funzionamento del nostro organismo. Il problema è che di colesterolo troppo spesso si parla male, e solo in ottica della sua eccessiva presenza.

Colesterolo: cosa dire? Purtroppo sul colesterolo c’è ancora troppa ignoranza in giro e quando si parla di ignoranza non ci si riferisce solo alle persone comuni, ma soprattutto alla maggioranza di medici, nutrizionisti e alle riviste salutistiche di vario tipo, quindi non solo mediche.

Possiamo partire da quella che è un’opinione comune: tutti quanti sono d’accordo che per abbattere il colesterolo sia importante ridurre il consumo di certi cibi che contengono naturalmente colesterolo. Stiamo parlando delle uova, le carni più grasse e i formaggi.

Spesso e volentieri, però, ci accorgiamo che questo non basta. In molti hanno già provato a seguire una dieta povera di questi cibi, eppure non ci vuole molto per accorgersi che la situazione non è minimamente cambiata, anzi, spesso finisce per peggiorare. È per questo motivo che ad oggi, le statine, per esempio, sono il farmaco più venduto al mondo.

Ma è davvero così difficile ridurre il colesterolo?

No, affatto. Diversi medici e dietologi ci spiegano che è sufficiente seguire la dieta giusta, eliminando, o almeno riducendo quegli alimenti che sono i diretti responsabili dell’aumento del colesterolo cattivo (LDL).

In maniera tale si imparerà ad abbassare il colesterolo totale e soprattutto quello cattivo, eliminando gli alimenti che sono e possono diventare davvero nocivi per l’organismo.

Colesterolo: cos’è?

Il colesterolo è una sostanza simile al grasso e per quanto possa apparire strano, è essenziale per la vita ed è presente in tutte le cellule animali.

È infatti una delle normali componenti del nostro corpo, la troviamo come parte delle membrane cellulari, ma è anche la base costitutiva di alcuni ormoni e degli acidi biliari. Inoltre è il nutrimento per alcuni tipi di cellule e la ritroviamo anche nella produzione di vitamina D, che è importantissima per le nostre ossa.

Tuttavia la quantità di colesterolo nel sangue deve sempre rimanere entro determinati livelli, oltre i quali rappresenta uno dei principali fattori di rischio cardiovascolare. Il colesterolo infatti può infiltrarsi nelle pareti dei vasi sanguigni, formando delle placche che si chiamano ateromatosiche, e che contribuiscono così al verificarsi di patologie gravi. Tra queste basti ricordare l’infarto miocardico o l’ictus.

Colesterolo buono e colesterolo cattivo

Si sente parlare spesso di colesterolo buono e colesterolo cattivo, ma in realtà è come se si stesse parlando della stessa cosa. In realtà il colesterolo è unico ma si comporta in modo diverso: tutto dipende da chi lo accompagna nel suo viaggio nel sangue. Basti pensare all’olio e a quei pochi concetti che imparavamo con la chimica al liceo. Come l’olio non si scioglie nell’acqua, così il colesterolo, essendo un grasso, nei fatti non può circolare nel sangue se non viene accompagnato da alcune proteine che lo rendono idrosolubile.

Ci sono due tipi principali di proteine: LDL e HDL. Le proteine HDL hanno un’azione negativa, perché facilitano la permanenza del colesterolo dentro le arterie, favorendo la formazione di placche aterosclerotiche. Le HDL, invece, non lasciano il colesterolo “circolare” nelle arterie ma lo trasportano verso il fegato, dove viene metabolizzato. Quindi le HDL si possono definire proteine buone.

Quali sono i valori ottimali di colesterolo e a quali rischi si va incontro con un colesterolo troppo elevato?

Colesterolo troppo alto: i rischi

Molti studi hanno dimostrato che una quantità elevata di colesterolo nel sangue può essere un importante fattore di rischio per l’insorgenza di malattie cardiovascolari, come l’infarto o l’ictus, per fare un esempio.

In generale, inferiori sono i livelli di colesterolo e più basso è il rischio; sarà comunque importante considerare – e di questo bisogna assolutamente parlare col proprio medico di fiducia – se nello stesso paziente sono presenti altri fattori di rischio. Una pessima combinazione è quella con una pressione arteriosa particolarmente elevata, o il diabete: in questo caso, sarà ancora più importante ridurre i livelli di colesterolo.

I valori che generalmente possono dare tranquillità sono:

  • colesterolo totale in un valore inferiore a 200-220 mg/dl
  • colesterolo HDL in un valore superiore a 40 mg/dl negli uomini e 50 mg/dl nelle donne
  • colesterolo LDL in un valore inferiore a 160 mg/dl nei pazienti a basso rischio, inferiore a 115 mg/dl nei pazienti a rischio moderato, a 100mg/dl nei pazienti ad alto rischio e a 70 mg/dl nei pazienti a rischio molto alto.

Come combattere quindi il colesterolo? Con un fungo molto particolare…

Ormai da tempo ci si occupa, per combattere il colesterolo, delle proprietà del fungo reishi o Ganoderma Lucidum, ma oggi vogliamo parlare di un prodotto molto interessante, ovvero il Bio Reishi, l’integratore di Bioness.

BIO REISHI

Bio Reishi o Ganoderma Lucidum è un prodotto bio, quindi naturale al 100% (con tanto di garanzia di qualità del prodotto). Il reishi è conosciuto anticamente come “fungo dell’immortalità”, e anticamente poteva essere utilizzato solo dagli imperatori che lo assumevano come fosse un elisir di lunga vita (secondo gli antichi, infatti, questo fungo allungava la vita delle persone).

Il Prof. Pietro Bugli, medico nutrizionista, in un video realizzato specificatamente per Bioness, spiega quali sono le proprietà del fungo ganoderma lucidum o reishi. Noi ora le andremo a riassumere.

Bio Reishi: Proprietà del fungo

È possibile riassumere le proprietà del Fungo Reishi e di Bio Reishi in una piccola lista che comprende 4 punti:

Il fungo reishi tende a ridurre la produzione di insulina; influisce in maniera sensibile nel processo di dimagrimento; aiuta a perdere peso; se utilizzato insieme ad una corretta alimentazione e a una buona attività fisica, è ideale per chi vuole fare una dieta e perdere peso

Il fungo reishi è conosciuto fin da tempi antichissimi anche per le sue proprietà antinfiammatorie e per la sua capacità di saper combattere lo stress e la stanchezza. Per quanto è possibile leggere su vari siti, inoltre, non c’è alcun tipo di effetto collaterale nell’utilizzo di questo genere di integratori.

Bioreishi Ganoderma Lucidum è un integratore alimentare con estratto di ganoderma lucidum (sulla confezione ufficiale viene indicato chiaramente che c’è il 100% di puro estratto di ganoderma lucidum) e dentro la confezione possiamo trovare 60 capsule vegetali da 500 mg, per un peso netto di 30 g.

Bio Reishi è utile per favorire le naturali difese immunitarie; la sua formula naturale comprende reishi estratto secco titolato 30% in polisaccaridi, inulina, agente antiagglomerante, magnesio sterrato, idrossipropilmetilcellulosa.

Bioreishi aiuta tutte le persone che vogliono perdere peso, dimagrire o rimettersi in forma a riattivare un metabolismo lento e a integrare una corretta dieta ed alimentazione, regolando quindi i livelli di zucchero nel sangue.

Bio Reishi: come utilizzarlo?

Il suo utilizzo è semplicissimo, una confezione (ovvero un barattolo) dura 30 giorni se utilizzato nelle giuste dosi, e il consiglio migliore è quello di di assumere due capsule prima dei pasti principali, almeno secondo quanto riportato nel sito ufficiale.

Bio Reishi: Quanto costa?

Cerchiamo dunque di capire di più sul fungo reishi, rispondendo alla domanda più importante, ovvero quanto costa? Quale scegliere? Online ci sono vari siti e varie aziende che propongono il fungo reishi.

Nell’articolo di oggi, ci occupiamo di Reishi Ganoderma, che è un prodotto Made in Italy, quindi preparato completamente in Italia, con Ganoderma puro al 100%.

Sul sito ufficiale è possibile ordinare pagando alla consegna e così si potrà approfittare di alcune particolari promozioni, ovvero:

1 Confezione/Barattolo di Bio Reishi a 49,00 € anziché 59,00 €
2 Confezioni/Barattoli di Bio Reishi a 69,00 € anziché 98,00 €
3 Confezioni/Barattoli a 79,00 € anziché 147,00 €
5 Confezioni/Barattoli a 99,00 € anziché 245,00 €

Non è male provare a utilizzare Bio Reishi in compagnia: Se anche tu vuoi provare questo integratore, un buon consiglio quindi è quello di cercare magari qualche amica che può essere interessata e dividervi la spesa e le confezioni!

Bio Reishi: Funziona?

Online, le recensioni positive sono piuttosto numerose, e su diversi siti specializzati sono consigliati prodotti a base di reishi.

È chiaro, non si tratta di un integratore magico che permette di perdere peso continuando a mangiare tutto quello che si vuole, ma è un integratore che può essere d’aiuto per le persone che vogliono perdere peso e contestualmente migliorare la loro alimentazione.

Alcune recensioni trovate su internet

Ciro – Ne faccio uso da 2 anni ed ho riscontrato vari effetti benefici. La mia allergia a pollini e polvere è diminuita. Dormo meglio, mi sento più calmo e riesco a essere più attento e più energico, non ho più i cali di energia che mi capitavano una volta durante la giornata, da quando uso Bio Reishi. Inoltre digestione ed intestino si sono regolarizzati e sento che la mia pelle è più luminosa.

Michela – Mi è arrivato puntualissimo, la spedizione è stata veloce e il prodotto sembra che stia funzionando, sono davvero contenta di utilizzarlo!

Anche su Amazon sono presenti varie recensioni su prodotti che non sono made in italy come quello che vi abbiamo presentato, ma che sono sempre a base di ganoderma lucidum, e le opinioni di chi utilizza il prodotto sono davvero positive. Basta andare su uno dei molti siti che lo vendono, ordinarlo e farne la prova. Le probabilità di restare soddisfatti sono molto ampie.

Soluzioni su Amazon: Plastimea Nutri+

Anche Amazon offre una vasta disponibilità di prodotti capaci di contribuire al mantenimento di un livello di colesterolo nella norma. L’unico sul mercato capace di associare la forza del lievito di riso rosso con il coenzima Q10 è Plastimea Nutri+. Il prodotto presenta 90 compresse dai risultati garantiti e certificati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Modestino Picariello 712 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+