Come addestrare il cane a non abbaiare COMMENTA  

Come addestrare il cane a non abbaiare COMMENTA  

Esistono molti metodi, più o meno invasivi, per insegnare al cane a non abbaiare quando usciamo, quello che vi descriverò è intuitivo e poco invasivo per il nostro cucciolo.


Il metodo più diffuso si basa sulla desensibilizzazione del nostro cane al nostro “uscire”.
In un momento di calma, lontano dalle uscite abitudinarie (per andare a lavoro o per andare a fare la solita passeggiata) preparati per uscire come se lo dovessi fare sul serio.

Prendi la giacca, la borsa, le chiavi e controlla che il tuo cane ti stia osservando (lo farà sicuramente, sono attentissimi a questi dettagli). Poi salutalo come se stessi per uscire.

A questo punto spogliati e sistema tutto come se non dovessi più uscire.

Ripeti questa operazione per una settimana aggiungendo di volta in volta un dettaglio o un passo verso la porta ma senza mai uscire. Arriva fino a toccare la maniglia ma non aprire.

L'articolo prosegue subito dopo

Se hai tempo protrai questa fase finché il cane non si interesserà più al tuo prepararti.
Quando ti senti pronto o ritieni che il tuo cane sia pronto apri la porta e fai come se uscissi ma non farlo. Richiudi e coccolalo.

E’ importante non coccolare il cane quando si agita troppo perché contribuisci ad alimentare la sua ansia per la lontananza e la sua eccitazione per il tuo ritorno.
Dopo due settimane ripeti tutti i passaggi ma questa volta apri la porta e esci  Aspetta un minuto e poi in un momento di silenzio del tuo cane rientra  Può essere difficile trovare una pausa tra un latrato e l’altro ma è fondamentale che il cane associ il silenzio al tuo ritorno: “Tu torni prima se lui sta buono e non se lui abbaia”
Continua così allungando sempre di più i tempi di “uscita” e rientrando sempre mentre il cane non sta abbaiando.
Nel giro di poco tempo il cane non abbaierà più e si sentirà più rilassato anche quando non ci sei.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*