Come affronare la prima cotta dei vostri figli

Guide

Come affronare la prima cotta dei vostri figli

Le cotte sono una fase naturale della crescita, ma molto spesso, i ragazzi si sentono soli e isolati coi loro sentimenti. Ancora peggio, tendono a cercare consigli dai coetanei invece di rivolgersi ad adulti di fiducia, seguendo consigli spesso irrazionali. Come genitori, saprete sicuramente cosa significa perdere la testa per qualcuno, ma sapete come aiutare i vostri figli a far fronte a sentimenti che avete provato anni fa?

Riconoscere le fasi

Capire la fase della cotta può aiutare i genitori ad alleviare il dolore e ad incoraggiare i ragazzi a reagire appropriatamente.

Il primo stadio è quello dell’idolatria, i ragazzi idealizzano la loro cotta e l’intero mondo si ferma quando la persona amata gli è accanto.

Lo stadio successivo è ricco di stress, i ragazzi in questo stadio si preparano ad un approccio con la cotta; molti però non arrivano a questa fase per paura di un rifiuto. Durante questa fase i ragazzi potrebbero essere soggetti a cambiamenti di umore ed essere irritabili.

Il terz stadio, romantico-strano, determina il corso della relazione con la cotta. I ragazzi cercheranno di essere accettati e allo stesso tempo si sentiranno strani al riguardo. Durante questa fase possono succedere due cose: i vostri figli verranno respinti oppure potranno iniziare una relazione.

Dato che tutte le cose belle hanno una fine, lo stadio finale è quello della rabbia e del dolore, durante il quale i vostri ragazzi dovranno affrontare la prima delusione d’amore. Spesso i ragazzi scoprono che la persona che amano non è come loro pensavano. Alcuni salteranno questa fase, se la relazione finisce amichevolmente, altri invece passeranno mesi a piangere per la fine della storia.

Parlare ai vostri figli

Per un ragazzo/a, una cotta è un punto cruciale della vita. Imparano a prendere decisioni e a gestire le emozioni. Voi siete la guida. I genitori dovranno quindi imparare ad interagire con adolescenti più impulsivi e irrazionali del solito. I sentimenti possono essere eccitanti, ma allo stesso tempo possono creare confusione. L’ultima cosa che un genitore deve fare è contribuire all’irrazionalità.

Trovare le parole adatte a confortare e rassicurare i vostri figli può essere difficile. Dovrete far sapere ai vostri ragazzi che vi fidate del loro giudizio. Dite qualcosa di carino sulla cotta, come, “capisco perché ti piace” o “sembra davvero simpatico/a”.

Cercate di capire perché sono interessati a quella persona. Parlate con loro di come si sentono riguardo la situazione e la persona che amano e allo stesso tempo imparerete qualcosa su vostri figli. Fategli sapere che avere una cotta è un procedimento naturale e raccontate loro della vostra prima cotta.

È molto importante che non si sentano imbarazzati o si vergognino dei loro sentimenti. Molti genitori non sono pronti ad affrontare queste conversazioni. Facendo così creano imbarazzo.

Dire ai ragazzi come si devono sentire è sconsigliato. Dirgli “sei troppo giovane per avere una cotta” farà solo arrabbiare i vostri figli. Ma potete dirgli cosa possono o non possono fare, come “sei troppo giovane per andare al centro commerciale con lui/lei senza la supervisione di un adulto”.

Trovare le parole giuste è molto importante. Se hanno appena subito una delusione d’amore, non ditegli che si sentiranno meglio il giorno dopo, i ragazzi devono prendersi il loro tempo per metabolizzare la cosa.

Stabilire limiti

Limiti e confini dovrebbero essere stabiliti in ogni famiglia. Insegnate ai vostri figli dei valori. Vi aprirà le porte per discussioni su cosa è appropriato e cosa no per ragazzi della loro età.

Un genitore non solo ha il diritto di stabilire dei limiti di comportamento. Non vorrete che i vostri figli si trovino in situazioni che sono troppo giovani per gestire. La supervisione è la chiave.

È consigliato conoscere i genitori della cotta e accordarvi che possano uscire insieme ad alcune condizioni come può essere uscire in gruppo o con un adulto.

Dandogli dei limiti eviterete anche che si trovino in situazioni imbarazzanti. I limiti devono essere diversi a seconda dell’età. Non potete impedire al vostro figlio/a dodicenne di pensare alla sua cotta, ma potete evitare che gli/le mandi 3,000 messaggi al giorno.

Nonostante tutti gli accorgimenti, i consigli e i limiti, non potete impedire che vostro figlio subisca una delusione. Non potete evitare che il loro cuore venga spezzato. Tutti i genitori vorrebbero che i loro figli non soffrissero mai, ma la sofferenza fa parte della crescita.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...