Come affrontare la paura di Fido per il veterinario - Notizie.it
Come affrontare la paura di Fido per il veterinario
Guide

Come affrontare la paura di Fido per il veterinario

Perchè Fido ha paura del veterinario?

Quando c’è la necessità di portare Fido dal veterinario, il viaggio può essere un’esperienza davvero stressante, per il cane, noi ed il veterinario.

Come per noi andare dal dentista, anche per i nostri amici animali le visite del veterinario possono diventare davvero esperienze traumatiche : non solo per gli incessanti guaiti, gli sguardi imploranti e i tentativi di fuga dei nostri pelosetti, ma anche per noi proprietari il viaggio è tutt’altro che facile!

Perchè agli animali non piace andare dal veterinario? Quali sono I problemi che possiamo avere portando i nostri amici animali alla prima visita dal veterinario? Ecco un breve elenco delle cause che possono portare gli animali a temere tanto il viaggio dal veterinario.

Ambiente sconosciuto e poco familiare

Il nostro amico peloso si trova in un ambiente poco familiare. Soprattutto chi porta un cucciolo dal veterinario per la prima volta, è molto comune che veda segni di paura del cucciolo di fronte all’ambiente estraneo, odori diversi, e procedure mediche potenzialmente paurose, come le iniezioni.Questo in realtà accade anche con cani meno giovani, che magari vengono portati da un veterinario diverso, e che quindi affrontano di nuovo la paura di un ambiente insolito, con odori e rumori potenzialmente ostili.

Il trasportino

Per molti animali il viaggio dal veterinario significa essere rinchiusi per qualche tempo all’interno del trasportino.

Molti cani e gatti non appena vedono che in casa si sposta il trasportino dal posto usuale, associano questo oggetto a viaggi spiacevoli, come ad esempio andare dal veterinario.

Non è strano che i piccoli amici scompaiano improvvisamente in qualche angolino nascosto della casa non appena vedono il trasportino!

Esperienze negative

A molti Pelosi il ricordo di una puntura dal veterinario fa temere ancora più queste visite, tanto che scappano non appena ne sentono la vicinanza.

Tutte queste difficoltà non riguardano solo gli animali, ma anche i rispettivi proprietary, che non devono affrontare solo un po’ di resistenza, anche se questa è sicuramente una problematica comune.

La difficoltà di trovare un mezzo di trasporto

Per chi possiede l’automobile, questo non rappresenta un grosso problema. Diverso è per tutti quelli che invece, devono affidarsi al trasporto pubblico.

Non tutti I taxi ad esempio permettono il trasporto di animali, nemmeno nel bagagliaio. In caso si trovi un taxi disponibile, in genere l’autista premette tutte le conseguenze relative agli eventuali danni che il povero cagnolino può arrecare: danni all’auto o alla stoffa dei sedili, cattivo odore nell’abitacolo, peli, o peggio che pipì o pupù sui tappetini dell’auto! In genere per portare il proprio animale dal veterinario usufruendo di un taxi, bisogna prima telefonare spiegando di avere un cane/gatto con sé, per prenotare il tassista più disponibile al trasporto di animali.

Ah..la bellezza dei trasportini!

Come già accennato, alcuni animali detestano più la prigionia del trasportino che la visita vera e propria dal veterinario.

Quando però si usa un servizio di trasporto pubblico, i piccoli animali devono obbligatoriamente essere chiusi nella propria gabbietta. Quindi il trasportino viene sempre associato, in negativo, alla visita veterinaria.

Tempo

Portare il proprio animale dal veterinario porta via del tempo, che non è sempre facile da trovare per chi ha un’agenda molto fitta, per lavoro o per le faccende domestiche.

Per le visite d’emergenza il problema è un pò più grande, visto che non tutti i veterinari hanno un orario continuato: per casi di avvelenamento, incidenti con mezzi di trasporto, crisi epilettiche e quant’altro, non possiamo fare altro che rivolgerci ad una clinica veterinaria con pronto soccorso attivo 24 ore.

Distanza

Il veterinario più vicino potrebbe essere ad una certa distanza da casa, specialmente se il nostro peloso non sta davvero bene. E’ sempre bene, quando ci spostiamo con i nostri animali, informarci preventivamente dove sono i centri veterinari più vicini alla zona dove andiamo.

I prezzi

Portare gli animali dal veterinario può avere costi davvero alti, alcune volte più delle nostre visite mediche.

Considerare anche il fattore economico prima di prendere l’impegno di un cucciolo significa sicuramente essere più attenti al nostro piccolo amico, ed evitare tutti i casi di abbandono cui assistiamo molto spesso.

Quindi, cosa possiamo fare per rendere il viaggio dal veterinario meno traumaico?

Bisogna essere positivi!

Se pensiamo che portare il nostro amico dal veterinario possa essere noioso o un problema, Fido sentirà sicuramente il nostro stato d’animo, e capirà che c’è qualcosa di cui preoccuparsi.

Dobbiamo essere sereni e trasmettere sensazioni positive anche ai pelosi, che ne saranno influenzati con buoni risultati

Il temuto viaggio in macchina

Se portiamo Fido in macchina solamente quando deve andare dal veterinario a fare puncture o alter cure fastidiose, non possiamo lamentarci del fatto che non sopporti salire in macchina! Dobbiamo impegnarci a portare Fido con noi il più spesso possibile, per fargli fare passeggiate ed esperienze diverse, che non includono necessariamente l’ambulatorio veterinario. In questo modo il mezzo di trasporto sarà associato più facilmente a cose belle che terribili.

Rendiamo piacevole il trasportino

Per evitare la riluttanza ad entrare nel trasportino, dobbiamo renderlo parte della casa, lasciandolo aperto senza chiusure, in modo che Fido prenda confidenza con la sua capienza e magari ci faccia anche qualche pisolino. Il suo odore gli ricorderà durante il viaggio, la sensazione confortevole di casa.

Odori positivi

Feromoni sintetici simulano gli odori che gli animali emettono per calmarsi.

Esistono in commercio spray che possono essere spruzzati in macchina o nel trasportino per creare familiarità durante il viaggio dal veterinario.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*