Come affrontare una moglie irritabile COMMENTA  

Come affrontare una moglie irritabile COMMENTA  


L’irritabilità affligge tutti noi di tanto in tanto. Tuttavia, quando la persona colpita è vostra moglie, può essere difficile capire come allentare la tensione. Fortunatamente, ci sono parecchi modi efficaci per affrontare una moglie irritabile. Leggete come gestire una moglie del genere.


Istruzioni

1 Date alla vostra irritabile moglie più affetto del solito. Può sembrare una cosa difficile da fare, dopo le urla o il lancio dei piatti, ma è possibile che lei abbia solo bisogno di un po’ di amore, per rimettere le cose a posto. Prendete in considerazione l’idea di fare dei gesti piccoli, ma speciale, come comprarle il suo gelato preferito, prepararle una cenetta o pulire il bagno.


2 Fatele sapere che siete disponibile a parlare, ma lasciate un po’ di spazio per gestire le sue emozioni e decidere quando di sente pronta ad affrontare l’argomento. Ci sono dei giorni in cui vostra moglie ha solo bisogno di stare da sola, ma anche allora il fatto che voi siete lì ad ascoltarla, le sarà di grande aiuto. Altri giorni vostra moglie avrà solo bisogno di una spalla sulla quale piangere, anche se non riuscite ad afferrarne il motivo.


3 Portate i bambini (se ne avete) fuori a mangiare un gelato o a giocare con i videogiochi, per dare alla mamma un po’ di tempo per rilassarsi da sola a casa. Se possibile, pulite anche il bagno, prima di uscire.

L'articolo prosegue subito dopo


4 Pensate a come vi sentite voi quando siete irritati ed evitate di scherzarci sopra, di dirle che i suoi pensieri sono stupidi o, peggio, di irritarvi a vostra volta. Sì, questo è più facile a dirsi che a farsi, ma agire come un gentiluomo calmo e sereno è il modo migliore per affrontare una moglie irritabile.

5 Ditele che vi dispiace, nella remota o meno possibilità che voi possiate essere la causa del suo malumore. Di nuovo, non ha senso litigare o cercare di giustificare le vostre azioni, chiedetele semplicemente scusa.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*