Come annullare il voto COMMENTA  

Come annullare il voto COMMENTA  

Oggigiorno sono sempre di più i cittadini disgustati dalla politica e che, quando vengono chiamati alle urne per votare, vogliono esprimere la loro protesta annullando il proprio voto. Ma come si fa per annullare il voto?

Per essere sicuri che il proprio voto politico venga annullato senza andare alla maggioranza bisogna evitare di prendere le schede e, nel segreto dell’urna, pasticciarle o ricoprirle di insulti. Vi consiglio, piuttosto, di seguire questo metodo molto semplice e sicuro al 100%, che non tutti forse conoscono: chiedete che venga inserito nel verbale del seggio il vostro rifiuto a votare. Quando vi vengono consegnate le schede per votare dal presidente del seggio elettorale dovete semplicemente restituirle. In questo modo sarete certi che le vostre schede non vengano conteggiate tra quelle bianche ma che siano, a tutti gli effetti, annoverate tra quelle annullate.

Leggi anche: Arresto Papa: Chicchitto vuole l’annullamento del voto


Presidente, segretario e scrutatori del vostro seggio sono obbligati per legge a mettere a verbale le motivazioni per le quali vi rifiutate di votare; se non lo facessero considerate che avete gli estremi per fare un reclamo all’Ufficiale Giudiziario preposto.


 

Leggi anche

Ghirlande natalizie da colorare per bambini
Guide

Ghirlande natalizie da colorare per bambini

Quando arriva dicembre, ecco che i più piccoli hanno molta più mania di voler colorare Ghirlande Natalizie o Babbo Natale Oltre al desiderio di voler decorare l'albero di Natale e il presepe, bisogna anche decorare la porta di casa o le porte di ogni stanza con delle ghirlande natalizie. Non c'è bisogno di comprare altre decorazioni elaborate o ghirlande già pronte, ma è possibile disegnare o colorare dei favolosi cerchi di fiori  già pronte da ritagliare. Un compito importante per ogni bambino, se vuole far fare una bella figura nell'abbellire la porta di ogni stanza, personalizzandola con vari colori o disegni Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*