Come aprire un distributore di carburante COMMENTA  

Come aprire un distributore di carburante COMMENTA  

La gente di tutto il mondo ha bisogno di carburante per le loro automobili, camion e altri veicoli. Stazioni di servizio possono essere buoni investimenti e margini di profitto sono stati in crescita negli ultimi anni. Tuttavia, aprire un distributore di carburante richiede una pianificazione intelligente e un investimento significativo. Avrete bisogno di fare un business plan, scegliere una posizione, ottenere il finanziamento, e gestire il tuo negozio in modo efficace.

Elaborare un business plan per la vostra stazione di servizio. Discutere con un commercialista per ottenere un parere professionale circa le vostre spese stimate e di reddito.


Un business plan coinvolge diversi pezzi chiave di informazioni ed è più di un semplice contorno. Avrete bisogno di includere quanti più dettagli possibile.

È necessario includere una descrizione dei servizi, prodotti e servizi (stazioni di aria, lavaggio auto, stazioni di vuoto, ecc)
Dovrete decidere quante pompe avere e quali.

Avrete bisogno di spiegare dove altre imprese simili si trovano e perché la vostra azienda potrà fare bene in gara.
Fornire un piano dettagliato di organizzazione e gestione del business.

L'articolo prosegue subito dopo


Fare un bilancio dettagliato e la stima dei costi di avviamento.
Per questa sezione è necessario includere i costi su quanto la proprietà costerà, quanto sarà necessario eseguire il giorno per giorno le operazioni, i costi dei contratti di gas e tasse di concessione, ecc.

Informarsi su quali permessi è necessario avere per operare una stazione di benzina. Questo può variare da Stato e da contea. La maggior parte dei proprietari di stazioni di gas hanno l’assicurazione per questi scopi.

Cercare di capire quale sia la zona più adatta per aprire un distributore di carburante e capire quale sarà la competizione nei dintorni.

Leggi anche

Linkedin: cos'è Lynda
Guide

LinkedIn: come si può chattare

Tutta la procedura per scoprire il lato "frivolo" di LinkedIn e chattare liberamente con i propri contatti. Abbiamo già parlato di LinkedIn in precedenza: in particolare, vi avevamo illustrato cinque buone ragioni per iscriversi a Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*