Come assicurare un’auto d’epoca

Guide

Come assicurare un’auto d’epoca

Si definisce auto d’epoca un auto che ha almeno 20 anni di vita dalla sua effettiva costruzione. Data la loro peculiarità, l’assicurazione civile obbligatoria è differente dalla assicurazione dei veicoli convenzionali e per questo è infatti chiamata “assicurazione speciale per auto storiche”. La sua caratteristica principale è sicuramente la necessità (richiesta dalla maggior parte delle compagnie assicurative) che il veicolo sia iscritto all’Automotoclub Storico Italiano (un numero relativo di compagnie richiederà semplicemente l’iscrizione in uno dei tanti club di auto storiche presenti in Italia). In questa guida vi spiegherò brevemente come assicurare la vostra auto d’epoca, tenendo in considerazione che avrete diritto a determinate esenzioni (tasse), o agevolazioni anche in campo legislativo; e al tempo stesso, l’onere di pagare elementi aggiuntivi per la sua copertura assicurativa.

Scopri come fare:
1 Come assicurare un’auto d’epoca Per prima cosa è dunque necessario procedere all’iscrizione dell’auto (mediante la mediazione di un associazione di auto storiche) in modo da poter in successivo inviare le foto del veicolo all’ Automotoclub Storico Italiano (Asi) e dimostrare in questo modo che l’auto è in ottime condizioni.

(L’asi, potrà a sua volta, rifiutare l’iscrizione del veicolo qualora ritenga sussistano motivi quali ad esempio la non originalità del pezzo al fine di essere considerato storico).

2 Con il nulla osta dall’asi avrete ottenuto il riconoscimento di “storicità” dell’auto e potrete inviare l’iscrizione al fine di ottenere i vantaggi dovuti a tale riconoscimento.(Ricordate infatti, che con esso potrete avere agevolazioni diverse in base alla compagnia assicurativa che andrete a scegliere).

Leggi anche:Come iscrivere un veicolo d’epoca all’ASI.

3 Può risultare utile sapere che alcune compagnie assicurative pongono delle clausole di divieto guida dell’auto quotidianamente, prevedendone l’uso solo in occasioni di raduni o manifestazioni La maggioranza di esse invece, offrono la formula detta “garage” particolarmente adatta per i collezionisti appassionati di auto d’epoca al fine di assicurare l’intera rimessa di auto a prezzi molto economici ApprofondimentoCome assicurare un veicolo d’epoca.

(E’ consigliabile comunque informarsi e leggere con attenzione le clausole contrattuali in questione).

4 Dopo aver analizzato con attenzione i preventivi delle varie compagnie, (e scelto quella che maggiormente corrisponde alle vostre esigenze) è necessario inviare all’assicurazione i documenti standard, il certificato dell’auto (rilasciato come scritto in precedenza dall’asi) e il documento certificante l’iscrizione dell’auto a un club. Avrete così ottenuto la possibilità di assicurare efficacemente la vostra automobile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*