Come attrarre abbondanza e ricchezza COMMENTA  

Come attrarre abbondanza e ricchezza COMMENTA  

cartamoneta

La ricchezza o la prosperità non corrispondono al possesso del denaro: piuttosto consiste nel vivere in salute, essere soddisfatti di se stessi, lavorare con gratificazione, avere rapporti appaganti, godere di pace e serenità mentale. Il denaro è certamente una parte della prosperità di un individuo, ma non è tutto, in quanto non è certo sinonimo di felicità.


Per attrarre a sé il benessere e l’abbondanza, anche sotto forma di denaro, è fondamentale comprendere che la ricchezza non si ottiene manipolando o sfruttando cose e persone, ma attraverso un corretto atteggiamento mentale. E’ importante cioè utilizzare il denaro in modo altruistico, condividendolo anziché accumularlo per fini egoistici.


Spesso la ricchezza arriva quando si è pronti ad accoglierla senza porsi limiti e censure. Quando siamo in una situazione di prosperità preoccupiamoci di fare fluire questa forma di energia condividendola con gli altri. Nel momento in cui entriamo nell’ottica di creare benessere per noi e per gli altri, piuttosto che perdere ricchezza iniziamo a moltiplicarla. Per ricevere ciò che chiediamo è però indispensabile credere di essere meritevoli di tutto questo.


Dobbiamo liberarci dalla paura di non essere all’altezza, dalla paura di non valere abbastanza, dalla paura del giudizio degli altri. Se modifichiamo il nostro modo di pensare e ci inquadriamo come individui degni di ricevere, anche le cose intorno a noi cominceranno a cambiare. Ecco qualche consiglio pratico per attrarre a sé ricchezza spirituale e materiale:

1)      Concentriamoci su ciò che desideriamo, ringraziando con fede perché ci verrà dato e nel frattempo impariamo ad apprezzare pienamente quello che abbiamo, ringraziando per quanto siamo fortunati;

2)      Cerchiamo di essere gioiosi anche quando vi sono difficoltà da affrontare e avversità da combattere. Facciamo in modo che la nostra gioia non dipenda dalle circostanze della vita ma dalla consapevolezza che siamo parte dell’Universo che è dispensatore di amore e sostegno;

3)      Smettiamo di preoccuparci per il risultato finale, ma cerchiamo piuttosto di godere il percorso che ci conduce alla realizzazione dei desideri, perché entriamo in ascolto e riusciamo a cogliere i segnali che ogni giorno arrivano per indicarci la direzione migliore da prendere;

4)      Pensiamo positivo: il pensiero è lo strumento più potente di cui l’uomo dispone. I pensieri positivi attraggono pensieri positivi e viceversa se negativi. Ogni pensiero è un seme che porta già in sé, in modo latente, i frutti corrispondenti;

5)      L’ansia di tenere tutto sotto controllo spesso ci limita. Apriamoci a ricevere senza chiederci “come” e “quando”, con la certezza che è l’Universo a prendersi cura di noi. Avere fiducia significa lasciare andare il controllo.

L'articolo prosegue subito dopo


 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*