Come avviene il processo di canonizzazione COMMENTA  

Come avviene il processo di canonizzazione COMMENTA  

La storia del culto dei santi è molto antica e risale già ai primi anni del cristianesimo. Infatti, si dava molta venerazione a quegli uomini e quelle donne che avevano eroicamente vissuto la fede perché si presentano al semplice fedele come esempi da seguire e da imitare.


I primi a ricevere culto e venerazione furono perciò i martiri. Nei primi secoli della storia cristiana le persecuzioni erano all’ordine del giorno e molti perdevano la vita in nome della fede. Questo accadde fino al IV secolo quando con l’editto di Costantino (313) si iniziò a calmare la situazione. Si diffondono perciò le reliquie dei martiri ed anche il culto inizia ad avere una prima forma particolare; molto importanti diventano il pellegrinaggio sulla tomba di questo per pregare e il ricordo liturgico nel giorno della morte. Sono gli storici cristiani dei primi secoli che ci raccontano benissimo questi fatti e assieme ai loro racconti nascono gli “Atti dei martiri” o le “Vite dei martiri”, prime testimonianze del culto e prima fonte di diffusione della fama.

Allora come nasce oggi una causa di beatificazione? Perché una causa possa essere aperta è necessario che la persona in questione goda di una certa fama di santità e che in vita abbia vissuto davvero il Vangelo.

Una prima distinzione per dare avvio alle cause è sul martirio. Dunque ci sarà un procedimento (in genere più breve) per i martiri e uno diverso per i non-martiri.

L'articolo prosegue subito dopo

Ogni causa non può iniziare entro 5 anni dalla morte della persona in questione per evitare che chi segue il processo si lasci trasportare da facili sentimenti di entusiasmo e sia per un certo verso impedito nel ricercare l’oggettività dei fatti della vita del presunto santo.

Leggi anche

LED
Guide

Lampadine LED: perché comprarle

Tutti i vantaggi derivati dall'installazione di lampadine LED in luogo dell'illuminazione tradizionale. Il termine LED è nient'altro che l'acronimo di Light-Emitting Diodes, e rappresenta una specifica tecnologia di illuminazione, particolarmente innestata in quella scienza relativamente Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*