Come calcolare periodo fertile con ciclo irregolare COMMENTA  

Come calcolare periodo fertile con ciclo irregolare COMMENTA  

Ciclo_irregolare_calcolare_ovulazione

Se stai cercando di avere un bimbo è opportuno che cominci, se non l’hai ancora fatto, a monitorare la durata del ciclo mestruale per individuare più facilmente i giorni più fertili, che corrispondono all’ovulazione. In genere questa dura dai 5 ai 7 giorni e si colloca all’incirca a metà del ciclo. Se però questo non è regolare, possono verificarsi anticipi o ritardi dell’ovulazione che rendono più difficoltosa l’individuazione dei giorni più adatti per il concepimento.


Le fasi di ovulazione e il relativo periodo fertile andrebbero calcolate per circa sei mesi, annotando le date sul calendario. Altro metodo che potrebbe aiutare è quello basato sul calcolo della temperatura (anche questa va annotata sul calendario). Il giorno che segue l’ovulazione dovrebbe verificarsi un innalzamento della temperatura di circa 0,5 gradi, a causa del progesterone. Il test della temperatura è utile per determinare l’inizio della fase ovulatoria, non per determinare la fase fertile precedente. Inoltre la temperatura può essere falsata dall’influenza o da un’infezione in atto.


Per determinare l’ovulazione è anche utile osservare le perdite vaginali e individuare il muco rivelatore del periodo fertile. Oltre poi i kit in vendita in farmacia (che prevedono l’ovulazione senza garantire che effettivamente accadrà) è importante ascoltare il proprio corpo, che nei giorni più fertili manda precisi segnali: un’intensificazione del desiderio sessuale, gonfiore addominale e al seno, perdite leggere, amplificazione delle sensazioni e maggiore acutezza dei sensi.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*