Come cambiare IP pubblico

Guide

Come cambiare IP pubblico

IP pubblico

Il sistema più semplice, sicuro e affidabile per mascherare il proprio IP pubblico e navigare in rete al riparo da brutte sorprese.

Se per i motivi più disparati – dalla protezione della propria privacy alla necessità di operare in incognito su Internet dal proprio PC o Mac – siete costretti a utilizzare un IP pubblico non corrispondente a quello assegnato alla rete cui vi connettete abitualmente o a quello presente di default nel vostro computer, dovete tenere presente una serie di fattori. In primis, non tutti gli operatori telefonici funzionano alla stessa maniera. Secondariamente, blindare un IP pubblico mascherandolo con un numero non corrispondente a quello assegnato dalla rete non è mai sicuro al 100%, o meglio, è roba da hacker professionisti. Tuttavia, per l’ordinaria amministrazione, si può ricorrere a degli accorgimenti che mettono leggermente più al sicuro la nostra privacy quando navighiamo.
Per cambiare l’IP esterno, è sufficiente affidarsi ad alcune applicazioni presenti online: si tratta di web proxy, ovvero di siti che consentono di attribuire una falsa identità alla rete cui si è connessi.

Funzionano sia per reti fisse che in mobilità con qualsiasi dispositvo (compresi smartphone e tablet). Il più famoso è Hide.me che però, al pari dei suoi “colleghi”, ha il difetto di rallentare la navigazione. Per ovviare al problema, ci si può rivolgere a un sistema VPN, acronimo di Virtual Private Network, sistemi che consentono di collegarsi a un IP remoto e navigare tramite esso. Il più celebre è CyberGhost, che a differenza dei web proxy va scaricato e installato, quindi avviato ogni volta che si desidera navigare in incognito. CyberGhost è gratuito, ma non consente trasferimenti dati P2P come BitTorrent.
Per cambiare IP interno, invece, si deve agire sul modem o sul router cui è collegato il dispositivo. Operazione non sempre sicura, decisamente più complicata della precedente e di nessuna o quasi reale utilità, a meno che non si sia sotto attacco di hacker (nel qual caso, comunque, è sempre opportuno rivolgersi alla polizia postale). Per una navigazione sicura per la vostra privacy modificando il vostro IP pubblico, un buon VPN è già sufficiente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*