Come capire se non si beve abbastanza acqua COMMENTA  

Come capire se non si beve abbastanza acqua COMMENTA  

L’acqua è una componente essenziale per la vita. L’acqua idrata il corpo e assicura che i processi giornalieri corrano senza intoppi. La dose raccomandata è di otto bicchieri al giorno e può essere un traguardo difficile da raggiungere. Il corpo lancia dei segnali d’allarme per sottolineare che non si sta bevendo abbastanza acqua.

Sete

Può sembrare solo buon senso ma in realtà il primo campanello d’allarme per segnalare che non si beve abbastanza acqua è proprio l’avere sete. Si ha sete quando il corpo sta iniziando a disidratarsi. Il cervello invia segnali al corpo, specialmente alla bocca, per segnalare che si ha bisogno di consumare liquidi. I sintomi della sete includono bocca asciutta e gola secca. La sete è un istinto di sopravvivenza base instillato in tutte le forme di vita.


Urine di colore scuro

Se il colore delle urine è giallo scuro o dorato, questo vuol dire che non si sta bevendo abbastanza acqua e che le urine sono concentrate. L’acqua fa sì che il colore delle urine sia chiaro e permette al corpo di espellere le tossine. Senza un adeguato apporto d’acqua, le tossine si accumulano nel corpo, specialmente nei reni. Questo potrebbe provocare alcune complicazioni fisiche indesiderate come calcoli o infezioni.


Mal di testa

Nonostante siano numerosi i fattori scatenanti del mal di testa, l’insufficiente consumo d’acqua potrebbe essere uno di quelli. Così come ogni organo del corpo, il cervello ha bisogno di acqua per funzionare. Quando si ha un lieve mal di testa, si può provare a bere dell’acqua prima di prendere dei farmaci.


Stanchezza

In casi estremi ci si può sentire stanchi a causa dell’insufficiente apporto d’acqua al corpo. Senza acqua il corpo deve fare lavoro straordinario per compensare la mancanza e questo provoca stanchezza e indolenzimento.

L'articolo prosegue subito dopo


Vertigini

Si potrebbero avere dei capogiri se non si beve abbastanza acqua. I polmoni hanno bisogno d’acqua per funzionare adeguatamente, quindi se l’esterno dei polmoni diventa asciutto si possono avere problemi di respirazione. Questo riduce la quantità di ossigeno che raggiunge il cervello, provocando le vertigini.

Disidratazione

Si è disidratati se si hanno occhi scavati, pelle non elastica, incapacità di produrre lacrime e, in alcuni casi, ritenzione idrica oltre ai sintomi di cui sopra. Per evitare la disidratazione, bere acqua nell’arco della giornata, evitare alimenti contenenti caffeina, evitare un eccessivo consumo di bevande alcoliche, bere acqua durante l’esercizio fisico e mangiare cibi che contengano acqua, come le verdure.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*