Coccige: come capire se si è fratturato e accorgimenti utili
Coccige: come capire se si è fratturato e rimedi
Salute

Coccige: come capire se si è fratturato e rimedi

coccige scheletro
Scheletro del corpo umano

Il coccige è l'ultimo segmento della colonna vertebrale ed è costituito dalla fusione di 4/5 vertebre. Vediamo insieme come capire se è fratturato.

Il coccige è l’ultimo segmento della colonna vertebrale e, come l’osso sacro, è costituito dalla fusione di 4/5 vertebre. Completa l’ultimo tratto della parete posteriore della pelvi.

Come si può lesionare il coccige?

Mentre si pratica uno sport può succedere di atterrare sul “didietro” e quindi è possibile che si verifichi una lesione del coccige. A questo tipo di cadute sono soggetti in particolare i fantini, gli sciatori e i pattinatori, poiché in questi sport il rischio di cadere in una posizione seduta è molto elevato. Anche chi pratica sport di contatto come rugby e calcio ne è sottoposto. Una lesione di questo tipo può capitare anche alle puerpere durante il parto, oppure in concomitanza con un incidente d’auto.

Solitamente la situazione si risolve con una contusione. In caso di trauma violento, invece, potrebbe verificarsi una frattura o una lussazione (spostamento dalla sua sede naturale) del coccige. Nel caso di persone affette da osteoporosi, una caduta sulle natiche potrebbe risultare pericolosa, in quanto le ossa sarebbero già molto deboli.

In questo caso si potrebbe verificare l’insaccamento delle vertebre.

Se si sospetta una frattura del coccige è comunque necessario recarsi al pronto soccorso per sottoporsi a radiografie allo scopo di verificare se la lesione è effettivamente presente. È altrettanto importante accertarsi che il soggetto non presenti dolori importanti ad altre parti del corpo, sempre in relazione al trauma subito (in particolare a mani, polsi e spina dorsale). Il tutto per scongiurare la presenza di lesioni secondarie dovute all’impatto, che all’inizio potrebbero non essere rilevate e questo porterebbe a un ritardo nel trattamento e nella guarigione. Un altro aspetto da non sottovalutare è il dolore. Si ricorda infatti che questo tipo di traumi, se non trattato nell’immediato, può avere come conseguenza dolore cronico.

Come capire se il coccige è fratturato

  • Guardare la zona coccigea allo specchio o chiedere ad un amico di controllare. Cercare eventuali lividi intorno al coccige. Un livido o un ecchimosi può essere un segno di infortunio grave.
  • Toccare l’area del coccige e provare a sedersi per un lungo periodo di tempo.

    Se si ha un danno al coccige, si proverà dolore mentre si è seduti. Il dolore potrebbe irradiarsi anche alle gambe o ad altre zone della schiena.

  • Controllare se è presente il dolore al coccige quando si va in bagno; questo movimento infatti tende la regione coccigea. Oltre che durante i movimenti intestinali, si potrebbe accusare dolore durante i rapporti sessuali.

Rimedi possibili per facilitare la guarigione del coccige fratturato

La guarigione del coccige avviene in 8 mesi circa. Alcuni accorgimenti utili per facilitare la guarigione sono i seguenti: l’utilizzo di pomate antinfiammatorie, impacchi con ghiaccio e l’utilizzo del “ciambellone” quando ci si siede. È anche opportuno evitare di indossare i tacchi e si consiglia di dormire su superfici rigide

La coccigodinia, patologia dolorosa legata alla frattura del coccige

In particolare i traumi in questa regione anatomica possono essere una delle cause di “coccigodinia”, una patologia caratterizzata da dolore intenso e persistente.

Solitamente la causa è una frattura del coccige. Altri sintomi sono: dolore ai glutei, gonfiore della zona interessata, dolore in tutte le posture, dolore alle gambe e ai piedi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

sudore
Salute

Rimedi per il sudore

di Notizie

Il sudore è un effetto sgradevole e spesso imbarazzante: vediamo come contrastarlo con semplici accorgimenti di buonsenso e cibi adatti.