Come chiedere agevolazioni Tari COMMENTA  

Come chiedere agevolazioni Tari COMMENTA  

È da mettere in evidenza che in merito alle agevolazioni per la Tari (il nuovo tributo per i rifiuti), ampi poteri sono stati concessi ai comuni. Tali enti locali, infatti, hanno il potere di prevedere delle agevolazioni mirate, esse potranno essere concesse per mezzo di cospicue riduzioni tariffarie, senza limiti. Le agevolazioni e relative esenzioni potranno essere legate al reddito complessivo del nucleo familiare. In sostanza, le specifiche agevolazioni Tari potranno essere collegate alla capacità contributiva effettiva dei contribuenti. Tale parametro verrà dedotto dagli indicatori della situazione economica (Isee).

Tutto ciò è previsto dall’articolo1, commi 659 e 682, della legge di Stabilità (legge n. 147/2013). Quindi le amministrazioni locali hanno notevoli poteri concernenti le agevolazioni fiscali per il tributo e le eventuali esenzioni senza limiti. Una novità rilevante è quella che consente di tenere conto anche della situazione familiare dei contribuenti che devono pagate il tributo sui rifiuti. Per mezzo di un apposito regolamento possono essere deliberate riduzioni tariffarie, queste a differenza della Tares sono devono più sottostare alla soglia massima del 30%, o esenzioni apposite per talune situazioni specifiche individuate dalla legge.


 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*