Come ci aiutano le pesche?

Guide

Come ci aiutano le pesche?

Frutta e verdura ti fanno bene. Te lo hanno sempre detto. Ciò è vero per molte ragioni. Alcuni tipi di frutta e verdura si dice che addirittura siano la chiave per longevità, cuore sano, digestione facile ed anche prevenzione al cancro. Se parliamo di pesche, ci sono molti elementi positivi per la tua salute che è bene sottolineare. Naturalmente sono un’ottima fonte di fibre e vitamine, ma hanno anche un effetto antiossidante sul nostro corpo.

Prendiamo in considerazione le fibre. Qualsiasi nutrizionista ti dirà che un giusto apporto quotidiano di fibre è fondamentale per la tua salute. Esse sono essenziali per una adeguata risposta del sistema digestivo. Le pesche sono fonte di un discreto apporto di fibre, tuttavia se comparate a fagioli o altri cibi, il loro contenuto di fibre non è poi così elevato. L’effetto positivo delle pesche sulla nostra salute è dato dall’effetto antiossidante che comporta la loro assunzione. Gli antiossidanti aiutano ad eliminare le tossine dal corpo e possono anche giocare un ruolo fondamentale nella prevenzione del cancro.

Parecchi studi hanno rilevato che le pesche sono una ricca fonte di antiossidanti.

Ma non tutte le pesche sono uguali. Uno studio comparativo effettuato nel 2002 ha constatato che diversi tipi di pesche apportano diversi livelli di antiossidanti e carotenoidi. Le pesche a polpa gialla hanno una minore capacità antiossidante rispetto a quelle a polpa bianca.

Senza considerare le diverse varietà, le pesche contengono molti elementi salutari, ma in diverse misure. Ad esempio, secondo il Journal of Agricultural and Food Chemistry, i livelli di Acido Ascorbico contenuti nelle pesche, possono variare da 112 mg a 202 mg. L’Acido Ascorbico (noto come vitamina C) è importante per molte ragioni. E’ già conosciuto il suo effetto positivo per la prevenzione e la cura dei raffreddori, inoltre, l’Acido Ascorbico gioca un ruolo importante nel metabolismo delle proteine e la biosintesi del collagene, ed ha effetti antiossidanti nel sangue che sembra aiutino a rigenerare altri antiossidanti come l’alfa-tocoferolo o vitamina E.

Oltre alla vitamina C, le pesche sono fonte anche di â-carotene, un carotenoide con forti proprietà antiossidanti e che ha un impatto positivo sulla salute cardiovascolare.

Sembra inoltre che rallenti il processo di invecchiamento (evviva!).

In conclusione, con un buon apporto di vitamina C, fibre e antiossidanti, le pesche aiutano il sistema digestivo, il sistema immunitario, il sistema cardiovascolare, e quindi sono la chiave per la longevità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*