Come citare uno spot televisivo COMMENTA  

Come citare uno spot televisivo COMMENTA  

Il Modern Language Association, o in breve MLA, è uno standard ampiamente accettato per i documenti di formattazione. Quando si scrive un documento di ricerca, è importante citare le fonti, perché questo dà credibilità al tuo articolo. Così come ci sono linee guida specifiche per citare libri o articoli di giornale, così ci sono linee guida specifiche per citare programmi TV, film e programmi radiofonici. Citate spot televisivi nello stesso formato che usereste per uno show TV o radio.Istruzioni
1
Scrivi il titolo dello spot tra virgolette se lo conosci. Se non lo sai,cerca il commerciale online per trovare il titolo. Se ancora non riesci a trovare il titolo, citare il nome del prodotto pubblicizzato,seguito da un periodo. Scrivere il nome del marchio, seguito dalla parola “commerciale” (senza virgolette), poi mettere un punto alla fine di questa sezione.

Leggi anche: Anni 80: lo zaino Invicta amato dai ragazzi


2
Annotare tutte le persone interessate, tra cui produttore, regista o attore (a seconda dello scopo del tuo articolo). Concludiamo questo paragrafo con un punto.

3
Annotare il nome dello show televisivo in corsivo. Siate precisi e ricordate di riportare i sottotitoli, se necessario. Concludiamo questo paragrafo con un punto.

Leggi anche: Gender nelle scuole: l’educazione in Italia


4
Annotare la rete nazionale, seguita dalla rete locale che manda in onda il programma. Mettere un punto dopo la rete nazionale, ma mettere una virgola tra la rete locale e la città in cui va in onda. Ad esempio, se è in onda su ABC, ma l’hai visto sulla stazione WXYZ a Detroit, si può scrivere: ABC. WXYZ, Detroit.


5
Scrivere la data con il giorno  per primo, seguito dal mese e poi l’anno. Ad esempio, se è andata in onda il 7 settembre 2005, si può scrivere: 7 settembre 2005. Finite questa sezione con un periodo, e la vostra citazione è completa.

L'articolo prosegue subito dopo

 

Leggi anche

tombola_natale
Cultura

Numeri della tombola: quanti sono

La tombola nasce nel lontano '700 a Napoli da una disputa tra re Carlo e padre Gregorio, ecco come si gioca e quanti sono i numeri.   La tombola è un tradizionale gioco da tavolo, che viene praticato soprattutto nelle festività natalizie. Nata nella città di Napoli nel XVIII secolo, la tombola, è una sorta di gioco del lotto in versione casalinga, ed è praticata tramite un sistema di associazione tra numeri e relativi significati, in genere umoristici appartenenti alla “Smorfia”. Secondo la tradizione, questo gioco sarebbe nel 1734 da una diatriba tra il re Carlo di Borbone e padre Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*