Come coltivare le rose sul balcone COMMENTA  

Come coltivare le rose sul balcone COMMENTA  

Le rose sono belle, colorate, sensuali e si possono anche coltivare sul balcone di casa con grande soddisfazione, pur non avendo a disposizione grandi spazi verdi. Basterà scegliere la pianta di rose che più colpisce per vigore e portamento e dedicarle attenzioni regolari.

Leggi anche: Offerta: Il balcone di Golda con Paola Gassman: una prima nazionale da non perdere!


Prima di tutto è bene scegliere la propria pianta di rose tenendo presente che non solo ci sono tanti metodi di riproduzione (seme, talea, innesto), ma anche tante specie caratterizzate non solo dall’altezza e dal fogliame, ma anche dai fiori. Profumati, con cinque o mille petali, i fiori di rose sono frutto di madre natura o di selezioni, cure e scelte umane per creare le rose più spettacolari e dai nomi evocativi. Ci si può quindi rivolgere a un vivaista o a un fioraio per avere consigli e suggerimenti per la propria pianta di rose ideale.

Leggi anche: Come rendere un balcone a prova di bambino


In secondo luogo si deve scegliere il vaso per le rose. Se non importa il materiale, è bene tuttavia scegliere un contenitore abbastanza profondo (dai 30 agli 80 cm) perché le radici possano crescere comodamente. Essendo importante che l’apparato radicale delle rose non marcisca, sarà bene assicurarsi che i vasi abbiano i fori di scolo e che alla base siano sparsi dei sassetti o delle palline di argilla per consentire il drenaggio dell’acqua in eccesso.


Terzo, il terreno di crescita deve essere adatto alle rose, possibilmente mescolato a terra di campo. Lo stallatico, o comunque il concime, è bene aggiungerlo in primavera, per dare vigore alla pianta nel momento della fioritura delle rose.

L'articolo prosegue subito dopo


Per assicurarsi una fioritura esaltante, si possono recidere i fiori quando cominciano ad appassire per concentrare il vigore sui boccioli che devono ancora schiudersi. Se si vogliono mantenere le piante di rose a dimensioni contenute, è bene potare i rami accorciandone la lunghezza, ma solo quando la pianta non è nel periodo attivo, ovvero quando non ci sono fiori e foglioline nuove. Un’altra operazione periodica è il rinvaso che è bene effettuare quando la pianta di rose riposa, sostituendo al contempo la terra del vaso.

 

Se la scelta della pianta di rose è personale, tuttavia è bene ricorrere ai consigli per la manutenzione, la periodicità del rinvaso, il terriccio e la concimazione presso i vivai e i negozi di fiori, o presso i centri di bricolage e giardinaggio.

Leggi anche

Guide

Ghirlande natalizie: fai da te in feltro

Natale 2016: ghirlande natalizie fai da te in feltro, tutti i suggerimenti utili per creare le decorazioni e gli addobbi per la tua casa Tra due settimane si festeggia il giorno di Natale e, in questi giorni, oltre ad essere alle prese con gli acquisti per i regali natalizi, siamo impegnati con il fare addobbi che decorino e rendano davvero accogliente ed ospitale la nostra dimora. In compagnia dei nostri adorati bambini, creare le decorazioni natalizie come le ghirlande è davvero un’idea divertente ed unica da non lasciarsi sfuggire: grazie a queste creazioni artigianali, saremo in grado di sprigionare tutto Leggi tutto
About Valeria 66 Articoli
traduttrice; lingue di lavoro: inglese, francese, tedesco

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*