Come combattere il sudore eccessivo

Guide

Come combattere il sudore eccessivo

La sudorazione serve a mantenere costante la temperatura del corpo. La sua secrezione è scandita da stimoli nervosi regolati dal sistema nervoso vegetativo, che li modula a seconda delle temperature esterne e della necessità. In circa 1 persona su 200 questo sistema lavora ad un livello più elevato di quello necessario e, per questo, può capitare che le mani o le ascelle gocciolino letteralmente anche quando gli stimoli ambientali non lo giustificano. I medici in questi casi parlano di iperidrosi, un fenomeno che crea imbarazzo e ansia.

Purtroppo, non esiste alcuna medicina in grado di dare uno stop alla sudorazione delle mani, il botulino è controindicato perchè può interferire con il movimento delle mani. Con un rapido intervento mininvasivo, denominato “neurocompressione del nervo simpatico” (o clamping) è possibile liberarsi in maniera definitiva del sudore localizzato sulle mani.

Se il problema sono le ascelle, la soluzione ideale è la tossina botulinica: blocca la secrezione del sudore, impedendo l’entrata in azione dell’acetilcolina, sostanza che di solito conduce l’impulso nervoso alle ghiandole sudoripare per metterle in funzione.

Il trattamento, del tutto sicuro, consiste nell’effettuare piccole punturine su tutta la superficie ascellare. I risultati “blocca sudore” durano circa 3-5 mesi e il trattamento può essere ripetuto un paio di volte all’anno. La terapia si effettua a carico del SSN presso gli stessi centri che si occupano delle patologie del sistema nervoso autonomo. Nel privato il costo è di 800 euro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*