Come combattere muffa e umidità in casa COMMENTA  

Come combattere muffa e umidità in casa COMMENTA  

L’umidità compare negli angoli, spesso in cucina o in bagno, è una macchia scura che tende ad allargarsi con il passare del tempo. Sulla macchia provocata dall’umidità crescono in genere le muffe, che assumono una tinta marrone o verdognola. Le muffe possono essere la causa di disturbi come l’asma. L’Oms ha rilevato che il 12% dei casi di asma allergica dipende proprio dalle muffe di casa, e il 15% dall’umidità indoor.


Come eliminare umidità e muffe

Schizza la parete con uno spruzzino (come quelli per bagnare i fiori di casa). Se l’acqua cola occorre rimuovere la vecchia tinteggiatura, raschiando il muro, e poi effettuare il trattamento antimuffa. Se invece viene assorbita, puoi eliminare subito le muffe applicando sulla macchia una soluzione di acqua e Sali di boro all’8% (si trova già pronta, un litro costa venti euro), un prodotto naturale e che non emette alcun tipo di esalazione.


Una volta asciutta, raschia con una spazzola di ferro eventuali tracce grigie. Poi, tinteggia entrambe le pareti dell’angolo umido con una pittura traspirante, per evitare che l’umidità ristagni nuovamente.

Se ne utilizzi una naturale, otterrai una traspirazione che è dieci volte superiore alle vernici tradizionali.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*