Come comunicano i delfini

Guide

Come comunicano i delfini

 

Il delfino è un essere dotato di enormi capacità comunicative. Inoltre, i delfini hanno una particolare capacità di comprendere certi tipi di linguaggio umano e ci capiamo così come ci capiamo con i sordomuti cioè a gesti. Negli anni 60′ iniziò lo studio sui delfini.I delfini sono animali sociali, non solitari. Il loro modo di comunicare tra di loro è fatto di suoni e ultrasuoni che oltretutto sembrano avere un particolare effetto benefico sulle persone. Numerose sono le registrazioni del linguaggio dei delfini e delle balene. Il loro linguaggio è più musicale e viene descritto come una canto. Piscine con i delfini ormai esistono un po’ dappertutto. Costruiti per sfruttare gli animali in senso ‘ludico-commerciale purtroppo alcune di esse, cioè nei parchi giochi. D’altro canto, invece, è ormai ben documentata la straordinaria intelligenza dei delfini, la loro velocità di apprendimento.Sono animali molto sensibili. A questa specie è sempre stata riconosciuta una particolare abilità a entrare in contatto con gli esseri umani, a interagire e giocare in modo del tutto spontaneo con loro.

Hanno una spiccata intelligenza, è stata presa in considerazione l’idea di utilizzare i delfini a scopo terapeutico nell’autismo e in casi di depressione o altri disturbi mentali. I delfini oltre a fischiare, grugnire e strillare, riescono a emettere una vasta gamma di suoni percepibili da noi uomini, oltre a emettere ultrasuoni con frequenze troppo elevate per i nostri limitati organi acustici. Studi hanno dimostrato la coesistenza di due tipi diversi di linguaggio nei delfini, uno per “giocare” e l’altro per “comunicare” con il gruppo. I delfini parlano, ma con il loro gruppo utilizzano un “dialetto” particolare. Nel corteggiamento, quando hanno paura, quando si arrabbiano, quando sono stressati e in moltissime altre occasioni, questi mammiferi super-intelligenti emettono le frequenze da 20kHz con grida spontanee molto forti. Ma quando inizia l’apprendimento?
Secondo gli studiosi il cucciolo di delfino comincia ad apprendere il linguaggio addirittura dalla pancia materna.
L’apprendimento continua poi dalla nascita ai quattro anni esclusivamente tramite la madre e poi tramite tutto il resto del gruppo.

Una curiosità: i delfini dormono galleggiando in superficie e una metà del loro cervello rimane intenta a vigilare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*