Come conservare le cipolle appena tagliate COMMENTA  

Come conservare le cipolle appena tagliate COMMENTA  

Le cipolle sono di solito conservate intere in un mobiletto fresco. Una volta tagliate esse devono essere poste in frigorifero così che non marciscano. Sebbene le cipolle pre-tagliate velocizzino la preparazione del cibo, esse possono perdere parte del loro sapore se non avvolte e conservate correttamente e il metodo di conservazione dipende dall’uso futuro che se ne vuole fare. Le cipolle poste in frigorifero hanno una breve durata ma sono utilizzabili in quasi tutte le ricette. Le cipolle congelate si conservano più a lungo ma perdono un po’ di consistenza e sono più indicate per i piatti cotti.

Leggi anche: Come eliminare l’odore di cipolla dal frigorifero


Conservare le cipolle appena tagliate

Istruzioni

1 Lavate le cipolle con acqua fredda. Togliete la buccia esterna. Affettatele o tritatele nella dimensione che desiderate.

2 Ponete le cipolle in un sacchetto di plastica per la conservazione. Fate fuoriuscire il più possibile di aria dal sacchetto e sigillatelo.

Leggi anche: Come conservare le cipolle intere


3 Conservate le cipolle nel cassetto per le verdure all’interno del frigorifero fino a 5 giorni.

4 Ponete il sacchetto in freezer per conservare le cipolle da 3 a 6 mesi.

Leggi anche

Ghirlande natalizie da colorare per bambini
Guide

Ghirlande natalizie da colorare per bambini

Quando arriva dicembre, ecco che i più piccoli hanno molta più mania di voler colorare Ghirlande Natalizie o Babbo Natale Oltre al desiderio di voler decorare l'albero di Natale e il presepe, bisogna anche decorare la porta di casa o le porte di ogni stanza con delle ghirlande natalizie. Non c'è bisogno di comprare altre decorazioni elaborate o ghirlande già pronte, ma è possibile disegnare o colorare dei favolosi cerchi di fiori  già pronte da ritagliare. Un compito importante per ogni bambino, se vuole far fare una bella figura nell'abbellire la porta di ogni stanza, personalizzandola con vari colori o disegni Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*