Come controllare le risposte in equazioni di secondo grado

Scuola

Come controllare le risposte in equazioni di secondo grado

Un’equazione di secondo grado può avere soluzioni di uno, due o nessuna. Le soluzioni o le risposte, sono in realtà le radici dell’equazione, che sono i punti in cui la parabola che l’equazione rappresenta attraversa l’asse x. Risolvere un’equazione di secondo grado per le sue radici può essere complicato, e non vi è più di un metodo per farlo, anche completando il quadrato, la fattorizzazione di base e la formula quadratica. Qualunque sia il metodo da utilizzare, testare le radici per confermare che siano corrette. Controllare le risposte in un’equazione di secondo grado e vedere se sono uguali a 0.

istruzioni

1. Scrivere l’equazione quadratica e le radici che hai calcolato. Per esempio, l’equazione è x ² + 3x + 2 = 0, e le radici sono -1 e -2.

2. Sostituire la prima radice nell’equazione e risolvere. Per questo esempio, sostituendo -1 in x ² + 3x + 2 = 0 si traduce in (-1) ² + 3 (-1) + 2 = 0, che diventa 1 – 3 + 2 = 0, che è 0 = 0.

La prima radice, o risposta, è corretta, dal momento che si ottiene 0 quando si sostituisce la variabile “x” con -1.

3. Sostituire la seconda radice nell’equazione e risolvere. Sostituendo -2 x ² + 3x + 2 = 0 si traduce in (-2) ² + 3 (-2) + 2 = 0, che diventa 4 – 6 + 2 = 0, che è 0 = 0. La seconda radice, o risposta, è anche corretta, dato che si ottiene 0 quando si sostituisce la variabile “x” con -2.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...