Come correre bene COMMENTA  

Come correre bene COMMENTA  

Non esiste un modello di stile, in quanto ognuno di noi ha proprie caratteristiche antropometriche, posturali, naturali! Ma tutto ciò si può comunque adattare ad una corretta “tecnica” di corsa. Facciamo tre punti fermi:
1.Appoggio a terra del piede;
2.Posizionamento delle spalle/braccia;
3.Lunghezza del passo di corsa

Appoggio a terra del piede

Pronatori, Supinatori, Neutri, non importa! Ci sarà sempre qualcuno che vi dirà la Sua, vi consiglierà un tal tipo di scarpe o altro. Non voglio sostituirmi a loro ma semplicemente dirvi questo: cercate di non correre con il tallone in primo appoggio, cercate di sfruttare tutto l’avanpiede con una corretta rullata e cercate soprattutto di rimanere a terra il minor tempo possibile. Questa si chiama sensibilità!

Posizionamento delle spalle/braccia

Argomento che scotta anche questo, vero?! Sì, perché non è semplice giudicare in che posizione siamo mentre corriamo, a noi viene naturale farlo e quindi riteniamo di essere in Central Position. Ricordatevi solo una cosa, spalle basse e braccia chiuse sotto i 45° (angolo tra avambraccio e braccio). Oscillazioni rese sempre meno evidenti, anche quando si è stanchi e quindi si tende ad essere scentrati!

Lunghezza del passo di corsa

C’è chi dice il passo lungo è da grandi fondisti, il passo corto è da velocisti, una giusta miscela sarebbe il top! NO!! Ognuno di voi deve tenere il passo che gli permetta una corretta frequenza ed una adeguata ampiezza. Frequenza per ampiezza = Velocità! Anche per questi aspetti, consiglio un minimo di valutazione funzionale (Io lavoro con Optojump Next, sapete cos’è?).


Rispettate queste tre semplici regole e correrete bene per rendere meglio!!

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*