Come crescere un coniglietto orfano

Guide

Come crescere un coniglietto orfano

Non date per scontato che i conigli randagi siano anche orfani. Le madri in genere non trascorrono molto tempo con i loro piccoli e vanno in giro tutto il giorno. I coniglietti vengono allattati per soli 5 minuti. Gli orfani sono rari, tuttavia le madri possono venir uccise da altri animali o dagli umani, se succede, sarà vostro compito affidare i cuccioli a dei professionisti o prendervi cura di loro voi stessi.

Istruzioni

1. Collocate degli asciugamani in una scatola e metteteci i conigli. Coprite la scatola se i conigli hanno gli occhi ancora chiusi. Scaldate la stanza di circa 18-20 gradi centigradi.

2. Come suggerisce la House Rabbit Society (HRS), se si tratta di un coniglio selvatico, fatelo stare eretto e nutritelo con un latte sostitutivo per conigli o latte di capra Meyenberg (non scremato). Nutritelo due volte al giorno riempiendo una siringa da 2 cc con la punta in gomma (per i conigli di meno di una settimana di vita). Mettete la punta nella bocca del coniglio e premete. I conigli di 2 o 3 settimane richiedono 7-13 cc. Se hanno dalle 3 alle 6 settimane, date loro 13-15 cc.
3. Strofinate la zona vicina ai genitali per stimolare la minzione e la defecazione se gli occhi sono ancora chiusi. Questi si apriranno a circa 10 giorni d’età.
4. Dai 10 giorni di vita in poi iniziate a dar loro piccolo quantità di fieno timoteo o d’avena, pellet, denti di leone, cime di carota, carote essiccate, prezzemolo e acqua.

5. Sostituite le verdure con frequenza, in modo da dargliene sempre di fresche. I conigli selvatici dovrebbero essere liberati in natura dopo che hanno iniziato a mangiare da soli. I conigli coda di cotone dovrebbero essere lunghi circa 12.5 cm e le lepri dovrebbero essere tenute per 9 settimane.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...