Come cucinare con la pentola a pressione

Guide

Come cucinare con la pentola a pressione

La pentola a pressione è un alleato fondamentale per guadagnare tempo in cucina. I cibi preparati con una pentola a pressione sono pronti in circa un terzo del tempo che impiegano normalmente. Una cottura veloce si traduce anche in una perdita minore di vitamine e minerali e cucinare abbondanti verdure e fagioli diventa un gioco da ragazzi.

La pentola a pressione è l’ideale per chi vuole cucinare in tempi record: basta versare 300 ml d’acqua o di brodo sul fondo del recipiente e cuocere il tutto per 15 minuti. 

La pentola a pressione è dotata di una chiusura ermetica, così quando il liquido arriva a bollore, la pressione aumenta.

Il vapore così intrappolato provoca un aumento della temperatura. Normalmente, l’acqua bolle a 100 gradi. Con una pentola a pressione, la temperatura può raggiungere i 122 gradi, e la cottura diventa così più veloce.

Le vecchie pentole a pressione erano fonte di scene dell’orrore con coperchi proiettile che volavano in aria, schizzando sul soffitto quella che doveva essere la cena, per non parlare dello scoppiettio e dei fastidiosi rumori che ci ricordavano di continuo i rischi di questo tipo di cottura.

La nuova generazione di pentole a pressione è un discorso a parte. Oggi presentano nuove misure di sicurezza come i coperchi che devono essere bloccati prima che la pressioni aumenti e la guarnizione di gomma che impedisce di alzare il coperchio prima che la pressione sia stata rilasciata.

Si possono usare tutti i tipi di alimenti risparmiando tantissimo tempo, ma si consiglia di evitare cibi teneri, come il pesce, che tendono a sfaldarsi durante la cottura con la pentola a pressione.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...