Come cucinare i porri COMMENTA  

Come cucinare i porri COMMENTA  

I porri assomigliano alle cipolle, ma hanno un sapore più dolce. I porri di solito vengono usati come contorno o per dare aroma e sapore alla zuppa. Hanno basso contenuto di colesterolo e di grassi, e sono ricchi di vitamina A, vitamina C, vitamina B6, ferro, magnesio, vitamina C, vitamina K e acido folico. Cucinarli non richiede molto tempo ma se troppo cotti, diventano gommosi e difficile da mangiare. La loro stagione è l’inverno.

Cose occorrenti:

  • porri
  • burro
  • aglio
  • coltello
  • tagliere
  • colino
  • acqua
  • tegame
  • cucchiaio
  • pentola

istruzioni
1

Lavare i porri in acqua fredda.

2

Tagliare le foglie e la radice con un coltello affilato. Gettare sia le foglie che le radici. Si possono utilizzare le foglie nelle minestre o con le patate.

3

Tagliate i porri in piccoli pezzi o strisce sottili. Mettete i porri tritati in un colino.
4

Far scorrere acqua sopra i porri fino a quando tutta la sabbia se n’è andata. La sabbia, che proviene dal terreno sabbioso in cui i porri crescono, si trova tra gli strati.

5

Far bollire i porri in una pentola d’acqua finché sono teneri. Aggiungere pepe e aglio per insaporire.
6

Friggere i porri in un tegame con un poco di burro e succo di limone, fino a quando iniziano a scurirsi. Togliere dal fuoco e servire.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*