Come curare il raffreddore

Guide

Come curare il raffreddore

raffreddore

È arrivato l’inverno e l’influenza non è la sola minaccia alla salute. Il raffreddore è un virus comune, fastidioso e spesso ne siamo vittima. Come curarlo?

Ci sono più di 200 virus al mondo che causano il raffreddore. Quando le difese immunitarie si abbassano diventiamo bersagli di questi attacchi virali e i sintomi variano dal naso chiuso, starnuti, mal di testa, a tosse, febbre e dolori muscolari. In genere un comune raffreddore dura una settimana, ma molto dipende anche dalla vostra condizione fisica e dalla predisposizione a malattie croniche come asma e problemi di cuore. In questi casi bisogna rivolgersi a un medico che vi somministri la cura migliore per evitare che il raffreddore aggravi la vostra salute. In tutti gli altri casi non ci sono cure specifiche, perché un comune raffreddore passa da sol senza dare particolari problemi.

Certo, anche se non ci sono cure specifiche, è possibile gestire i sintomi e evitare complicazioni.

Dato che durante questo virus il nostro organismo secerne molti liquidi, bisogna bere molta acqua o tisane a base di erbe dalle proprietà calmanti. Infusi a base di camomilla, aloe vera, melograno, limone e liquirizia sono ideali. Bere riduce congestione e infiammazione ed evita la disidratazione. Evitare gli alcolici perché causano l’effetto contrario.

Anche i gargarismi con una miscela di acqua e sale – ne basta un cucchiaino – sono indicati. Possono essere fatti più volte al giorno e leniscono l’infiammazione. Inoltre ha anche la funzione di aiutare a espellere il muco. Se l’idea del sale non vi convince, potete anche creare una mistura di acqua calda e aceto di mele. Avrà lo stesso effetto. Con questo rimedio, se l’infiammazione non è forte, riuscirete a guarire in 24 ore.

Se vi affidate ai medicinali senza prescrizione, ricordate che non riescono a combattere il virus ma solo ad alleviare i sintomi che causa.

Ricordate che qualsiasi medicina ha delle controindicazioni, quindi non abusate. Anche gli antibiotici sono sconsigliati perché non uccidono il virus. Anzi renderebbero il vostro sistema immunitario ancora più debole.

Per un normale raffreddore non c’è bisogno di rivolgersi a un medico. Se i sintomi persistono dopo 10 giorni e la vostra salute peggiora, fatevi visitare.

Volete evitare di essere contagiati? In realtà il raffreddore è facilmente trasmissibile, basta toccare una superficie infetta. Però fare una dieta sana con pasti bilanciati e bere molto sono abitudini che aiutano a rafforzare le difese immunitarie. In realtà il modo più semplice per evitare il contagio è lavare frequentemente le mani: l’igiene è la prima forma di prevenzione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*