Come curare l’allergia alle uova

Guide

Come curare l’allergia alle uova

Le uova sono uno dei cibi della top 8 degli allergeni identificata negli Stati Uniti. Sia gli albumi che i tuorli possono provocare reazioni del sistema immunitario, anche se col passare del tempo nella maggior parte dei bambini i sintomi scompaiono. Per tollerare l’allergia alle uova, praticare un’attenta opera di eliminazione delle uova e, se possibile, tecniche di desensibilizzazione.

Metodi di eliminazione

L’allergia alle uova si può manifestare attraverso reazioni cutanee (come prurito dovuto a orticaria ed eruzioni cutanee), nausea o vomito, o gravi problemi di respirazione, come respiro affannoso o anafilassi. Gli individui con allergie gravi possono reagire alle uova come ingrediente o possono avere reazioni legate a prodotti che sono venuti a contatto con le uova. In poche parole, se si ha un’allergia alle uova, bisogna evitare categoricamente le uova e i derivati delle uova, nonché alcuni ingredienti correlati che contengono proteine dell’uovo, come albumina, globulina, lecitina e lisozima.

Anche se non esiste una vera cura, stare lontani dai prodotti che contengono uova comporta spesso una buona tolleranza dell’allergene. Secondo la Mayo Clinic, la maggior parte dei bambini con un’allergia alle uova verso i 5 anni d’età vede una scomparsa dell’allergia.

Metodi di desensibilizzazione

La pratica di desensibilizzazione, la somministrazione di minute, tollerate quantità di proteine della proteina allergenica dell’uovo con una continua somministrazione di quantità sempre maggiori. Se l’allergia lo permette, esporsi a piccole quantità di uova o di prodotti delle uova nel corso del tempo, cosa che può indurre la tolleranza di piccole quantità di uova presenti nella dieta. Non iniettare la proteina dell’uovo, come avverte l’American Academy of Allergy, Asthma and Immunology. Dei ricercatori greci nel numero dell’agosto del 2008 del Journal of Allergy and Clinical Immunology hanno segnalato una riuscita tolleranza all’uovo nel 90% dei circa 100 bambini a cui erano state somministrate quantità sempre maggiori di torte.

Negli Stati Uniti, Buchanan et al nel Journal of Allergy and Clinical Immunology nel 2007 hanno riportato simili successi riguardanti la somministrazione di dosi sempre maggiori di uova e, sempre negli Stati Uniti, il National Institute of Allergy and Infection Deseases ha in corso uno studio riguardante la somministrazione orale di uova nei bambini.

Avvertimento

Non somministrare uova ad una persona che soffra di allergia senza prima consultare un medico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...