Come curare le piante da appartamento

Guide

Come curare le piante da appartamento

Le piante da appartamento sono fondamentali per la bellezza e la cura della casa. Le piante infatti danno ossigeno agli spazi chiusi e prendersi cura di loro è come prendersi cura della stessa casa. Attraverso il meccanismo della fotosintesi infatti le piante trasformano l’anidride carbonica in ossigeno. Ficus, Edera, dracaena e asparagi felce sono piante comuni che servono a questo duplice scopo. Il filodendro che ha delle bellissime foglie a cuore è una pianta d’appartamento facile da coltivare che prospera nelle condizioni interne più avverse. Tutte le piante d’appartamento hanno bisogno di luce adeguata, alimentazione e nutrizione del terreno per una crescita sana.

Istruzioni:

  1. Valutare la quantità e la qualità della luce dove saranno collocati gli impianti. Le finestre che si trovano a est o a ovest hanno una luce brillante; una finestra a nord ha una luce media e una finestra a sud ha una luce diretta. Piante come la felce di Boston e il filodendro con foglie a cuore tollerano condizioni di scarsa illuminazione.
  2. Evitare sbalzi di temperatura e colpi d’aria provenienti da ventilatori, condizionatori o radiatori. Le piante d’appartamento preferiscono temperature diurne tra i 18 e i 23 gradi e con temperature notturne tra i -12 ei -15 gradi.
  3. Le piante d’appartamento hanno bisogno di acqua e annaffiarle può non essere sufficiente. Tenete sempre un sottovaso con dei sassolini e dell’acqua per aumentare l’umidità.
  4. Prendi un vaso che abbia dei fori sulla parte inferiore per permettere alle radici di svilupparsi e di assorbire meglio l’acqua. Metti la pianta in un mix di terriccio, torba e vermiculite.
  5. Dimensione, specie, luce, temperatura, dimensione del contenitore e del suolo influiscono sul fabbisogno di acqua di una pianta d’appartamento. Alcune piante d’appartamento hanno bisogno di terreno umido ma non inzuppato; alcune richiedono terreno sempre leggermente umido mentre alcune preferiscono meno acqua. Ad esempio le piante grasse e il cactus necessitano di annaffiature meno frequenti.
  6. Le piante d’appartamento necessitano nel periodo da marzo a settembre di fertilizzanti. Ne esistono sia in grani che liquidi, utilizzateli secondo le istruzioni che trovate scritte sull’etichetta.

Consigli e avvertenze:

  • Il fertilizzante organico per piante d’appartamento è derivato da fonti naturali come i fosfati estratti dalla roccia, letame degli animali, piante e alghe e prodotti ittici.
  • Non usate il terreno del vostro giardino per metterlo nelle piante d’appartamento se non è prima state analizzato e depurato da insetti o malattie.
  • Una sovrafertilizzazione può provocare un’eccessiva crescita della pianta e un suo indebolimento.
  • Non concimate le piante durante i periodi di non crescita ovvero da ottobre a febbraio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...