Come curare i tatuaggi COMMENTA  

Come curare i tatuaggi COMMENTA  

tatuaggi

Come curare i tatuaggi? Con il passare del tempo i tatuaggi vanno curati. Vediamo ora come prenderci cura dei vostri tattoo.

I tatuaggi non sono una novità, e da anni che li troviamo sulla pelle della gente.

Certo che non sono nati con il senso e il significato che hanno attualmente, ma man mano hanno preso una piega diversa. Ecco alcuni se passi che possiamo fare per evitare di fare i ritocchi.

La prima cosa che dobbiamo tenere in conto è il fatto che tutte le volte che facciamo un tatuaggio la pelle rimane indebolita, ma si tratta di una cosa normale.

Una volta che la pelle è cicatrizzata, parte dell’inchiostro viene espulso dalla pelle, producendo delle croste, ma queste croste andranno via da sole con il tempo. Per questo motivo è fondamentale che mettete una crema specifica protettiva, per curare il tattoo e  la pelle che si trova sotto di esso.

 

Alcuni ingrediente e principi attivi che possono diventare i nostri  alleati sono.

  • La  medecassosside. Questo principio naturale viene estratto dalla Centella asiatica, una pianta nota per il suo potere cicatrizzante. 
  • Il manganeso. In questo caso si tratta di un oligoelemento, ovvero un  metallo, ma sempre di origine naturale.

    L'articolo prosegue subito dopo

    Il suo scopo principale è quello di proteggere la pelle dalle lesioni prodotti da elementi esterni.
  • Il pantenolo e l’acqua termale aiuteranno anche a lenire la pelle irritata e calmarla dalle irritazioni causati dal tatuaggio. Un crema che raduna tutti alcuni di questi principi naturali è Cicaplast tattoo spf50 della Roche Possay, in vendita nelle farmacie e parafarmacie. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*