Come decorare le torte nuziali a fontana

Matrimonio

Come decorare le torte nuziali a fontana

La torta nuziale a fontana aggiunge vitalità e suono a quella tradizionale. Queste torte sono alte, a forma di torre, con una piccola fontana d’acqua strategicamente sistemata all’interno. Se fatta bene, l’effetto sarà stupefacente. Lo rumore dell’acqua che scorre creerà una sensazione eccitante eppure calma, che gli invitati del vostro matrimonio non dimenticheranno facilmente. Create la più incredibile delle torte nuziali a fontana, con elaborate decorazioni abbinate a un singolo tema. Decorare in questo modo vi garantirà di avere la miglior torta a fontana possibile in uno dei giorni più memorabili della vostra vita.

Istruzioni

1.Tenete ferma la torta a Fontana, con delle colonne decorative. Tutte le torte nuziali di questo genere hanno molteplici strati, solitamente con quello inferiore sollevato dal tavolo, in modo che la Fontana d’acqua possa essere sistemata sotto. L’uso di colonne decorative come piedistallo crea un look classici che impressionerà parenti e amici, perché avrete pianificato attentamente tutte le parti della torta, incluse le colonne.

2. Aggiungete un cake topper grande e sensazionale. Quelli tradizionali sono caratterizzati da un uomo e una donna che stanno in piedi, in posizione statica. Trovate un grande cake topper con gli sposi impegnati in qualche movimento particolare, per esempio la danza. L’idea di movimento trasmessa dal cake topper completerà quella della fontana.

3. Attaccate dei fiori freschi lungo la torta. I fiori freschi danno alla torta un look ulteriormente elegante e raffinato. Inoltre, l’aroma dei fiori attirerà tutti gli invitati che passeranno vicino alla torta. Trovate dei fiori che si abbinino al look generale della torta e anche ai suoi colori.

4. Aggiungete del colorante alimentare alla fontana, per far sì che risalti ancora di più. Aggiungete un colore che si abbini alla torta oppure che crei un forte contrasto, per valorizzare ulteriormente la fontana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...