Come decorare un salotto marrone COMMENTA  

Come decorare un salotto marrone COMMENTA  

Un soggiorno marrone è facile da decorare. Il marrone è più scuro di altri colori ma è abbastanza versatile da adattarsi ad ogni stile di decorazione, dal moderno al rustico.


Salotto marrone

Istruzioni

1 Scegliete i colori per il vostro salotto. Scegliete due o tre colori più chiari per spezzare la pesantezza del marrone. Con il marrone cioccolato, aggiungete del turchese e del crema per un look moderno. Se preferite dei toni neutri, scegliete beige, bianco o grigio.


2 Scegliete mobili che si allontanino dal marrone delle pareti. Cercate mobili con tessuti o con toni di legno chiari che contrastino con le pareti. Un divano con un plaid colorato e delle sedie abbinate in tinta unita si adattano bene ad uno stile tradizionale o country.


3 Appendete delle tende coordinate dai colori più chiari del marrone, così da avere un effetto migliore. Le tonalità chiare spezzano lo scuro del marrone e sono disponibili in varie tonalità. Se volete un tono formale, cercate tende in cotone o in broccato.

L'articolo prosegue subito dopo


4 Aggiungete varie lampade al salotto. Le lampade da pavimento e da tavolo aggiungono macchie di calore e aiutano a illuminare la stanza. Cercate lampade colorate per creare contrasto con il marrone del salotto.

5 Usate un tappeto dai colori luminosi per il salotto. Un colore chiaro è l’ideale, specie se il pavimento è scuro. Abbinate il tappeto al colore chiaro del divano, delle sedie o dei dipinti.

6 Scegliete degli accessori dai colori chiari per il salotto in modo da bilanciare il marrone. Scegliete per gli accessori i colori che avete scelto per i cuscini e le lampade.

Leggi anche

parabola
Guide

Spostare la parabola Sky: come fare

Alcuni consigli utili per orientare la parabola di Sky in maniera corretta. Che possediate una parabola Sky tradizionale, oppure una parabola rettangolare e piatta (magari di quelle decorabili), il problema per voi, non appena acquistata, Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*