Come determinare il numero di "contenitori" per un istogramma - Notizie.it

Come determinare il numero di “contenitori” per un istogramma

Scuola

Come determinare il numero di “contenitori” per un istogramma

Un istogramma è una rappresentazione grafica dei dati introdotto dallo statistico Karl Pearson. Un istogramma consiste di una serie di rettangoli, o “contenitori”, dove l’altezza del rettangolo rappresenta la frequenza dei rilevamenti, e la larghezza del rettangolo rappresenta la quantità misurata. Pertanto, l’area del rettangolo rappresenta il numero totale di osservazioni. L’istogramma è impostato come un grafico, con i numeri sull’asse orizzontale, disposti in sequenza in modo che la frequenza relativa degli eventi può essere paragonata. Non c’è un numero esatto di rettangoli per un istogramma, ma ci sono regole generali che possono essere seguite per aiutarvi nello sviluppo di un istogramma.


istruzioni

1. Determinare la larghezza del rettangolo. Ad esempio, si supponga che si desidera per ogni rettangolo rappresentare due valori consecutivi sull’asse orizzontale (ad esempio 1 e 2, o 5 e 6), pertanto, la larghezza è di 2 cm.

2. Sottrarre il valore massimo di dati dal valore minimo di dati.

Ad esempio, se l’osservazione massima è 24 e il minimo è zero, la differenza risultante è 24.

3. Dividere la differenza dei valori massimi e minimi della larghezza dei rettangoli. Per l’esempio qui, questo significherebbe dividere 24 per 2, che dà 12. Questo è il numero di rettangoli che dovrebbero essere utilizzati per il vostro istogramma.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche