Come diminuire l’uso del sale durante i pasti

Guide

Come diminuire l’uso del sale durante i pasti

Il sale in chimica è detto cloruro di sodio. Se avete bisogno di ridurre l’apporto di sale, è il sodio che deve essere ridotto.

Ci sono due modi per arrivare a questo traguardo. Potete leggere l’etichetta di ogni prodotto acquistato e vedere il sodio contenuto, ciò che dovreste fare è sommare quel sale agli altri alimenti ingeriti durante la giornaliera.

La maggior parte degli adulti consuma più del doppio del limite giornaliero consigliato da: 1,5 a 2,3 grammi di sodio. Oltre la metà del sodio è disponibile in alimenti trasformati e un altro quarto viene aggiunto come condimento. Quasi tutti i bambini e gli adolescenti ingeriscono troppo sale. Questo fatto è da evitare perché immagazzinandolo li si avvierà ai famosi problemi di salute che verranno a galla durante la loro mezza età e vecchiaia.

Gli alimentari trasformati perdono molto del sapore naturale, per questo gli si aggiungono aromi a base di sale come il glutammato monosodico. Tutto questo per rendere più appetibile il cibo.

Anche la carne fresca può essere iniettata con il sodio per farla sembrare più attraente.

Questo sodio nascosto non può essere rimosso. Utilizzando le informazioni nutrizionali dietro le confezioni potrete calcolare quanto ne assorbirete in una settimana. La vostra migliore strategia per ridurre l’apporto di sale giornaliero è l’ evitare tutti i cibi elaborati e cuocere tutto da ingredienti naturali.

Con il sale da tavola ordinario, che è possibile aggiungere al vostro cibo, calcolate che i 2/3 di un cucchiaino da tè contengono la dose massima giornaliera raccomandata di sodio.

Infatti la Razione Giornaliera massima consigliata di sale è di circa cinque grammi.

Inizia con la frutta cruda e la verdura, aggiungendo solo il minimo possibile di sale durante la cottura. Prova le verdure bollite. Fai stufati, zuppe e prepara la salsa in casa. Ricorda che i normali dadi da brodo sono ricchi di sodio, quindi non aggiungere anche il sale quando lo usi.

Senza grandi quantità di sale, il cibo sembra senza sapore? Se avete bisogno di aggiungere sale in più, sperimentate con spezie e nuove ricette, cambiare i gusti a cui siete abituati vi sarà solo bene.

Molte persone troveranno una vera sfida questa transizione, tuttavia eliminerete problemi di alta pressione sanguigna in un attimo.

Pane, formaggio, ketchup, pizza, salumi e anche i cereali per la colazione sono tutte fonti di sodio, come il sale o il lievito.

Guarda bene le etichette. La quantità di ciascun prodotto contenente sodio è dato in grammi. Raddoppia questo dato per scoprire il suo peso equivalente in sale da tavola.

Così ora sapete come vedere quanto sale è contenuto nei tuoi alimenti. Prendete per esempio un panino. Se due fette di pane contengono un quarto del sale che dovreste ingerire al giorno, il prosciutto e il formaggio un altro mezzo e il ketchup il resto, non abbiate almeno l’intenzione di uscire per una pizza, quella stessa sera. Per un panino più salutare, utilizzate invece del prosciutto una fetta di arrosto freddo, magari avanzo della sera precedente, dei pomodori freschi, insalata e del formaggio cremoso light.

Il sodio è di vitale importanza per la vita. Il nostro corpo ha bisogno di sodio per aiutare a trasmettere gli impulsi nervosi e per mantenere il suo equilibrio di fluidi.

L’importo è regolato dai reni. Se sovraccaricati con troppo sale, il sodio nel sangue inizia a aggregarsi, trattenendo più acqua del necessario. Questo provoca un aumento della pressione sanguigna e mette a dura prova i muscoli del cuore.

Quasi tre quarti degli americani per esempio sono sensibili al sale e hanno la loro pressione sanguigna particolarmente alta. Non riducendo l’assunzione di sale, si può rischiare gravi problemi di salute a lungo termine.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*