Come disegnare i capelli: le trecce

Come disegnare i capelli: le trecce

Guide

Come disegnare i capelli: le trecce

Come disegnare i capelli: le trecce
Come disegnare i capelli: le trecce

Come si disegnano le trecce? Ecco alcuni consigli per imparare a disegnare i capelli. In poche mosse sarà possibile decorare le chiome dei nostri disegni.

Disegnare i capelli può sembrare difficile in un primo momento, ma è un lavoro piuttosto semplice. Ovviamente, come in molte attività pratiche, serve soltanto un po’ di allenamento. La dedizione aiuta sicuramente nell’intento e se già si è appassionati disegnatori o aspiranti tali, questa guida può fare al caso vostro.

Occorrono diversi strumenti per disegnare. Se avete già confidenza con la materia, non servirà dire che dobbiamo munirci di foglio, matita morbida e matite colorate. Almeno in un primo momento, è infatti consigliato cominciare a disegnare utilizzando la matita. Soltanto dopo un po’ di pratica e quando ci sentiamo sicuri a sufficienza, si potrà procedere direttamente con le matite colorate o con qualsiasi altro materiale.

Come disegnare le trecce

Con la mano piuttosto leggera cominciamo a disegnare due linee leggere, che siano più allungate nella parte alta e un po’ più strette verso la fine del disegno.

Le linee si dovono quasi toccare. Questo disegno sarà la nostra guida che, alla fine del lavoro, andremmo a cancellare.

Dopodiché dobbiamo disegnare delle linee più marcate sopra quelle già disegnate precedentemente. Queste nuove linee devono avere una forma rettangolare, per questo dobbiamo creare dei piccoli mattoncini collocati in posizione obliqua. È consigliabile non fare queste linee molto marcate così, alla fine del lavoro, il nostro disegno avrà un aspetto naturale. Alla fine della treccia disegniamo un piccolo ricciolo per simulare la parte dove i capelli vengono raccolti. Qui possiamo sbizzarrirci sulla morbidezza da conferire ai capelli e sul taglio che vogliamo che assumano. Dipende molto dalla creatività di ciascuno.

A continuazione bisogna trasformare le linee rettangolari esterni in linee curve. Per fare questo lavoro è necessario disegnare piccoli cerchi sugli angoli dei nostri mattoncini, creando cosi delle linee curve. Le linee curve dovono apparire solo all’esterno della nostra treccia.

Per finalizzare il nostro lavoro dobbiamo sfumare leggermente le linee disegnate, facendo più attenzione alle linee interne, cosi la nostra treccia apparirà molto più naturale.

Consigli finali

Può essere di notevole aiuto osservare diversi tipi di trecce.

Che siano reali o fotografate, non importa. Anzi, più se ne osservano e meglio è. Soltanto quando si ha un’idea di quello che vogliamo disegnare, potremo realizzare disegni perfetti. Più si conosce ciò che si desidera realizzare su carta e più è necessario avere a disposizione un ampio campionario cui attingere.

Perciò, armiamoci di pazienza e cominciamo a sfogliare riviste, blog, fotografie e fumetti per aver modo di vedere moltissimi tipi di trecce. Occorre anche vedere non solo la tipologia della treccia, che può essere alta, bassa, a spina di pesce, raccolta, da un lato ecc.. Ma anche come essa si muove al muoversi del corpo, per capire come rendere naturale l’effetto dell’acconciatura.

In un primo momento disegnate trecce più statiche. Questo significa disegnare capelli sostanzialmente dritti, che non presentano movimenti o dinamismi. Dopo aver fatto un po’ di pratica, si può passare a disegnare trecce più movimentate, portate da personaggi dinamici.

1 Trackback & Pingback

  1. Come disegnare i capelli: le trecce - RiscattoNazionale.com

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*