Come disegnare un volto COMMENTA  

Come disegnare un volto COMMENTA  

come disegnare bene

Come disegnare bene a matita un volto femminile e maschile realistico e non. Segui passo passo il tutorial.

Imparare a disegnare bene un volto è uno dei passaggi chiave nella formazione di un bravo disegnatore. Ecco alcuni consigli utili.

Leggi anche: Come disegnare bene


Come disegnare un volto a matita

Dal momento che l’aspetto più complicato, in partenza, è rappresentare nel modo corretto le proporzioni del viso e posizionare le varie componenti nel modo giusto, è consigliabile partire con un esercizio molto semplice.


Si disegna un ovale più stretto nella parte bassa e lo si divide in quattro quadranti tracciando due linee perpendicolari fra loro. A quel punto si traccia una ulteriore linea orizzontale in maniera da dividere in parti uguali i due quadranti bassi. La punta del naso si troverà nel punto di incontro fra quest’ultima linea e quella verticale.


Gli occhi si troveranno invece sulla prima linea orizzontale tracciata. La bocca, invece, si troverà su una nuova linea orizzontale posizionata in maniera da dividere ancora una volta a metà la parte più bassa dei due quadranti inferiori. Le orecchie dovranno essere posizionate con l’estremità superiore all’altezza degli occhi e quella inferiore all’altezza della punta del naso.

L'articolo prosegue subito dopo


Come disegnare un volto femminile non realistico

Per una rappresentazione non realistica del volto femminile occorre puntare tutto su una leggera caricatura dei tratti che più caratterizzano il viso di una donna.

Occhi grandi, ad esempio, oppure ciglia lunghissime e labbra carnose. Senza dimenticare, com’è ovvio, il tratto davvero fondamentale del volto femminile, ovvero la capigliatura.

Come disegnare un volto femminile realistico

Un volto femminile si distingue in maniera netta da uno maschile per una serie di dettagli. Innanzitutto bisogna curare molto la forma degli occhi e delle sopracciglia. Queste ultime, ad esempio, nel caso degli uomini possono essere folte e “prepotenti”, mentre in quello delle donne devono, in senso letterale, sembrare disegnate, armoniose. Devono avere una forma che richiami in modo evidente l’andamento di una linea.

Altra caratteristica fondamentale del viso femminile sono le labbra. Devono avere una forma molto precisa e definita, con il labbro inferiore un po’ più grande e quello superiore. Ultima caratteristica – questa davvero basilare – è la forma dell’ovale di partenza che rappresenta il contorno del viso.

Posto che, come detto, questo ovale deve restringersi nella parte bassa, nel caso degli uomini la variazione di ampiezza avviene in modo più brusco, mentre è più graduale per le donne. In un viso maschile, la larghezza dell’ovale non è ancora ridotta all’altezza della bocca, in maniera da evidenziare la mascella. Nel caso delle donne, all’altezza della bocca il restringimento dell’ovale deve essere già impostato e evidente.

Come disegnare un volto di profilo

Per impostare il disegno di un volto di profilo può essere conveniente partire con tre linee orizzontali parallele e equidistanti fra loro. Nello spazio fra le prime due si posizioneranno l’occhio e il naso. A circa metà dello spazio fra le altre due si posizionerà invece la bocca. L’orecchio avrà l’estremità superiore all’altezza dell’occhio e quella inferiore all’altezza del naso. La distanza fra l’attacco dell’orecchio e l’angolo dell’occhio può considerarsi circa uguale all’estensione del naso.

Come disegnare un volto maschile

Come detto, i volti maschile e femminile si distinguono in modo evidente per tutta una serie di caratteristiche. La realtà, com’è ovvio che sia, deve trovare una corrispondenza nella rappresentazione del disegno. In una fase iniziale, per impratichirsi, può essere utile spingere molto su raffigurazioni di tipo quasi caricaturale.

Si è già detto delle sopracciglia, ma anche le ciglia sono molto diverse, più lunghe e quasi arricciate per le donne, corte e meno evidenti per gli uomini. Fondamentale, come già evidenziato, evidenziare in modo corretto la mascella. Non tutti gli uomini hanno una mascella evidente, ma, in generale, è uno dei tratti mascolini per eccellenza ed è quindi utile disegnare un il volto sottolineandola con una forma decisa.

Leggi anche

san-nicola-di-bari-storia-728x344
Cultura

Come si festeggia San Nicola a Bari

Il 6 Dicembre ricorre la solennità liturgica di San Nicola a Bari: gli abitanti del capoluogo pugliese seguono con molta devozione le celebrazioni. Il 6 Dicembre ricorre la festività di San Nicola, il Santo patrono della città di Bari. Le reliquie di questo Santo furono portate nel capoluogo pugliese nel 1087 d.C. dopo essere state conservate per lungo tempo nella cattedrale di Myra in Licia, dove San Nicola svolse per lungo tempo il ruolo di Vescovo. In Occidente San Nicola è per lo più considerato il protettore dei bambini, mentre nello specifico a Bari e dintorni è ritenuto il Santo Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*