Come diventare guardia svizzera in Vaticano

Guide

Come diventare guardia svizzera in Vaticano

Come diventare una guardia svizzera in Vaticano è una domanda che necessita di alcune spiegazioni e qualche nota storica.

 

Bisogna tornare in dietro nel tempo, fino alla fine del Medio Evo, un periodo contraddistinto da frizioni e guerre tese a ridisegnare la carta politica dell’Europa. Allora per prudenza, i sovrani si circondavano di fidati mercenari per difendere la propria persona: soldati sulla cui fedeltà si poteva contare grazie agli stipendi che si versavano loro. Tra gli eserciti mercenari più apprezzati vi erano le guardie svizzere che perciò erano impiegate presso le principali corti europee.

 

Anche il Papato, con i suoi ampi territori e un sovrano importante, sentì la necessità di stipulare degli accordi con questo esercito. Fu così che nel 1506 i primi 150 mercenari svizzeri entrarono a Roma al servizio di Papa Giulio II. La loro fedeltà nella protezione del successore di Pietro e dei suoi territori li portò a sacrifici estremi, come durante il Sacco di Roma del 1527, quando il corpo fu quasi annientato.

 

Mentre la guardia svizzera mercenaria lavorava presso le corti estere, nella Confederazione Elvetica avvenivano diverse riforme costituzionali che portarono alla progressiva proibizione dell’arruolamento dei soldati svizzeri presso le corti estere fino al divieto totale, anche per i volontari, nel 1927.

 

Tuttavia la guardia svizzera rimase come difesa personale del Papa, nonostante il divieto. Attualmente il numero dei soldati della guardia svizzera in Vaticano annovera cento soldati e sei ufficiali, secondo gli accordi del 1914 con Papa Pio X. Solo durante la Seconda guerra mondiale il corpo dei mercenari divenne più numeroso.

 

Oggi solo i cittadini svizzeri possono indossare la tradizionale uniforme rinascimentale, rispettando criteri di selezione rigidi. La guardia svizzera viene reclutata tra i ragazzi al di sotto dei trent’anni che devono essere cristiano cattolici praticanti. I volontari devono passare rigidi esami sanitari e test psicologici. Dato che due sono gli anni di leva obbligatoria, si richiede che il candidato abbia già una buona formazione consolidata in campo militare, oltre a buoni studi scolastici, inoltre, abitando in Vaticano e lavorando in un ambiente sacro, la condotta e la reputazione della guardia svizzera devono essere irreprensibili.

Solo chi ha almeno 25 anni, il grado di caporale, un servizio trascorso di tre anni e l’impegno ad altri tre anni come guardia svizzera può sposarsi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...
traduttrice; lingue di lavoro: inglese, francese, tedesco