Come diventare Personal trainer: trucchi e consigli

Come diventare Personal trainer: trucchi e consigli

Salute

Come diventare Personal trainer: trucchi e consigli

Ecco alcuni consigli su come diventare un personal trainer, la figura professionale che aiuta a mantenere sano il nostro corpo.

Mantenere un corpo sano è una prerogativa fondamentale per giungere alla vecchiaia serenamente e con pochi acciacchi fisici. Uno stile di vita equilibrato e libero da vizi, associato ad un’alimentazione corretta. Questi sono i precetti fondamentali per stare bene.

Insieme a ciò vi sono ulteriori metodi per allenare il proprio fisico e la muscolatura che lo sostiene. Una corsa sulla spiaggia, una camminata nel parco cittadino o una partita di calcetto con gli amici. Tutte attività salutari. Ma quella che consente di ottenere risultati maggiori e duraturi nel tempo è l’allenamento in palestra.

La palestra è senza dubbio il luogo adatto nel quale praticare attività fisica in maniera costante. Questo perche’ è possibile usufruire di una miriade di attrezzi necessari allo svolgimento dell’esercizio di varie parti del corpo. Macchine per braccia, spalle, gambe, addominali, fino ai tapis roulant, con i quali praticare la corsa. Tutto questo al riparo dall’ambiente esterno, utile soprattutto nel periodo invernale, senza il rischio di ammalarsi per il freddo e la pioggia.

Uno dei fattori che spinge la gente ad iscriversi in una palestra è la possibilità di essere seguiti durante la sessione di allenamento da un personal trainer.

Personal trainer: la figura di riferimento

Il personal trainer è quella figura professionale che aiuta a praticare correttamente la sessione di training.

Segue la persona durante il workout, consigliando i movimenti corretti da eseguire e correggendo quelli eventualmente sbagliati. Si tratta di un compito molto importante, a tratti delicato. Infatti un’esecuzione errata degli esercizi può comportare problematiche di carattere fisico, soprattutto alla schiena e alla muscolatura generale. Ma non è soltanto questo il compito principale di questo “coach”. Egli rappresenta una guida per avere uno stile di vita salutare, aiutando anche da un punto di vista mentale, soprattutto per chi necessita di una spinta maggiore ad ottenere gli obiettivi prefissati.

Di conseguenza la conoscenza del personal trainer deve essere molto variegata, dalla struttura ossea, anatomica, all’aspetto nutrizionale. Non a caso gli allenamenti variano in base alla stazza di una persona, sottoponendosi ad un’alimentazione adatta alle proprie esigenze fisiche.

Come diventare personal trainer

Per acquisire la qualifica di personal trainer è necessario svolgere dei corsi di formazione presso le varie federazioni sportive. Un’alternativa è l’iscrizione alle facoltà universitarie in scienze motorie, utile per avere una conoscenza più ampia della materia.

Vi è pure la Scuola Nazionale Personal Trainer, con la quale ottenere il diploma Per la figura di personal trainer Csen.

Questo corso è coadiuvato dal Coni, il comitato olimpico nazionale italiano. Una scuola che dal 2009 ha prodotto migliaia di figure specializzate in questo campo, con corsi di personal trainer e assistenti di sala.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche