Come diventare un traduttore

Guide

Come diventare un traduttore

Essere bilingue è un’eccellente abilità linguistica, ma non tutti abbiamo la fortuna di esserlo. La perfetta conoscenza di un’altra lingua (e quindi la cosiddetta conoscenza fluente di una lingua) significa essere in grado di comprendere, parlare, leggere e scrivere in una lingua straniera, al livello di un madrelingua istruito.
Ma questo è solo il primo passo per diventare un traduttore professionista. Come qualsiasi altra professione, richiede pratica, esperienza e formazione. Non c’è un unico percorso verso il successo, ma, in linea di massima la prima cosa da fare è ottenere una certificazione. Questa ti fornirà le competenze necessarie per diventare un traduttore professionale.
Il passo successivo è quello di acquisire esperienza. Tutti noi abbiamo dovuto iniziare a fare stage o lavori non retribuiti per fare esperienza, e il settore delle traduzioni non fa eccezione. Cerca tutte le opportunità di svolgere lavori di traduzione. E’ fondamentale, anche per poter mostrare alcuni esempi del tuo lavoro a potenziali clienti e ottenere consigli.

Dopo aver acquisito una certa esperienza, è il momento di “vendere” te stesso, proponendoti presso studi legali, stazioni di polizia, ospedali, agenzie governative e agenzie linguistiche che potrebbero avere bisogno di traduttori o interpreti nella tua zona.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*