Come é nato il Palio di Siena - Notizie.it

Come é nato il Palio di Siena

Guide

Come é nato il Palio di Siena

Il Palio di Siena è una corsa di cavalli che si tiene due volte l’anno, il 2 luglio e il 16 agosto, a Siena. Dieci cavalli e cavalieri, senza sella e vestiti con i colori appropriati, rappresentano dieci delle diciassette contrade, o quartieri della città. Il Palio del 2 Luglio è chiamato Palio di Provenzano, in onore della Madonna di Provenzano, che ha una chiesa a Siena. Il Palio del 16 Agosto è chiamato Palio dell’Assunta, in onore dell’Assunzione di Maria.
Un magnifico spettacolo, il Corteo Storico, precede la gara, che attira visitatori e spettatori da tutto il mondo. E’ comune per alcuni dei fantini essere gettati via dai loro cavalli mentre fanno le curve insidiose in piazza, e in effetti, si è soliti vedere i cavalli non montati finire la gara senza i loro fantini. Il vero elemento ‘scatenante’ del Palio moderno sta probabilmente in un episodio avvenuto durante l’occupazione fiorentina e spagnola della città.

Verso la fine del Cinquecento una famosa Pietà conservata in un tabernacolo nel rione dove aveva abitato Provenzano Salvani, che si diceva essere stata posta nella sua collocazione da Santa Caterina tre secoli prima, fu oltraggiata da un soldato spagnolo. Forse in preda all’alcool, egli sparò alla statua, rimanendo ucciso dall’esplosione del suo stesso archibugio. Era il 2 luglio e, per commemorare il miracolo fatto dalla Vergine protettrice di Siena contro gli occupanti, i cittadini cominciarono di anno in anno a celebrare con sempre maggiore sfarzo l’anniversario. Tra le varie celebrazioni, fu naturale inserire una corsa del Palio. Nel 1611 fu anche innalzata la Basilica di Provenzano che custodisce quello che resta dell’immagine sacra oltraggiata, la Madonna di Provenzano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*