Come eliminare le partizioni protette in Windows 7 COMMENTA  

Come eliminare le partizioni protette in Windows 7 COMMENTA  

La utility Gestione disco consente di eliminare una partizione sul disco rigido del computer, anche se si tratta di una partizione protetta. Le partizioni protette sono costituite da produttori di computer per creare una sezione di ripristino del disco rigido nel caso in cui il computer si blocca ed è necessario ripristinare i file da partizioni installate. È possibile eliminare questa partizione per liberare spazio sul disco rigido, ma non sarà più possibile accedere ai file di backup.

Leggi anche: Come fare screenshot windows: per mobile e pc

Istruzioni:

1. Fare clic sul pulsante di Windows “Start” e seleziona “Pannello di controllo”. Nella lista dei link qui, cliccare su “Sistema e sicurezza.” Fare clic su “Strumenti di amministrazione” in questa finestra di sezione, quindi fare doppio clic su “Gestione computer”. Una finestra si apre.

Leggi anche: Marzo 2017 arriva Windows 10 Redstone 2


2. Fare clic su “Gestione disco” nella sezione Archiviazione sulla sinistra. Facendo clic su questa opzione mostra tutte le partizioni del disco rigido nel riquadro dei dettagli centrale.


3. Fai clic destro sulla partizione nascosta e selezionare “Elimina partizione”. Fare clic su “Sì” per confermare che si desidera rimuovere la partizione. La partizione viene eliminata. Si noti che la partizione eliminata è ormai etichettata nera, il che significa che viene aggiunta al vostro spazio disponibile.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Windows Store.
Tecnologia

Windows Store non scarica app: cosa fare

Download bloccati per motivi imperscrutabili: cosa fare quando il mai particolarmente munifico Windows Store non scarica le app? Ecco alcuni suggerimenti. Nella maggior parte dei casi, gli utenti di sistemi operativi come Windows o Android, ma anche di i normali possessori di un PC, per i loro acquisti telematici di software "utile", preferiscono andare a colpo sicuro su prodotti certificati e dalla verificata e verificabile reputazione. Ecco perché le principali fonti di aggiornamento di app e software rimangono i negozi online "ufficialmente riconosciuti", come Google Play o Windows Store. Per quanto riguarda quest'ultimo, tuttavia, c'è da registrare un bug alquanto Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*