Come esportare il calendario di Microsoft Outlook a un BlackBerry Storm COMMENTA  

Come esportare il calendario di Microsoft Outlook a un BlackBerry Storm COMMENTA  

Il BlackBerry Storm ha rappresentato una nuova avventura per la Research in Motion (RIM), il produttore di dispositivi Blackberry. Pubblicato nel 2008, è stato il primo BlackBerry con un interfaccia touch-screen e senza tastiera. Se siete uno degli utenti che ha recentemente fatto il passaggio al Blackberry Storm, ed è anche possibile utilizzare il popolare software Microsoft Outlook, troverete che è molto utile sincronizzare i due. Tra le altre cose, questo vi permetterà di esportare il calendario di Microsoft al Blackberry Storm.



istruzioni

1 Aprire il BlackBerry Desktop Software sul proprio computer desktop, e collegare il BlackBerry al computer con il cavo USB in dotazione.

2 Fare clic sull’icona “Sincronizza” nella parte superiore della finestra. Fare clic per posizionare un segno di spunta nella casella accanto alle parole “Sincronizzazione dei dati dell’agenda.”

3 Selezionare la scheda “Configurazione”. Fare clic sul pulsante con l’etichetta “Configura sincronizzazione …”

4 Fare clic per posizionare un segno di spunta nella casella che è etichettata come “Calendario” e mostra le frecce in esecuzione tra Outlook e un calendario.


5 Fare clic su “OK” e quindi fare clic sul pulsante “Sincronizza adesso” per esportare il Calendario di Outlook sul tuo BlackBerry Storm.

Leggi anche

Windows Store.
Tecnologia

Windows Store non scarica app: cosa fare

Download bloccati per motivi imperscrutabili: cosa fare quando il mai particolarmente munifico Windows Store non scarica le app? Ecco alcuni suggerimenti. Nella maggior parte dei casi, gli utenti di sistemi operativi come Windows o Android, ma anche di i normali possessori di un PC, per i loro acquisti telematici di software "utile", preferiscono andare a colpo sicuro su prodotti certificati e dalla verificata e verificabile reputazione. Ecco perché le principali fonti di aggiornamento di app e software rimangono i negozi online "ufficialmente riconosciuti", come Google Play o Windows Store. Per quanto riguarda quest'ultimo, tuttavia, c'è da registrare un bug alquanto Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*