Come essere single e felici

Guide

Come essere single e felici

Sempre più persone, anche in Italia, fanno della “singletudine” una scelta di vita. D’altronde, essere soli non equivale a “sentirsi soli”, una sensazione negativa che si può provare anche in coppia. Il single consapevole generalmente non teme la solitudine, forse perché oggi si hanno infinite possibilità: viaggi, vita sociale, iniziative su misura per single. Insomma, una situazione per molti aspetti privilegiata rispetto a quella di chi vive in coppia. Molti single di oggi sono fermamente convinti che la strada per la felicità inizi da se stessi, vivono senza crogiolarsi nei ricordi o nell’attesa di un incontro fatale.

Inoltre, stando ad alcune recenti ricerche, sembrerebbe proprio che chi vive solo stia meglio di chi ha una relazione stabile. Ecco i risultati di questi studi: i single restano in linea più degli accoppiati per mantenersi appetibili agli occhi degli altri; hanno una vita sociale più ricca e intensa, mentre chi è in coppia tende a trascurare le amicizie per dedicarsi al partner ed eventuali figli; bevono meno alcol rispetto a chi è in coppia, per il timore che le calorie ingerite possano ripercuotersi negativamente sull’aspetto fisico; hanno una vita sessuale più attiva e movimentata, quindi hanno più stimoli rispetto a chi è in coppia e deve combattere con il fisiologico calo del desiderio; i single, infine, dormono meglio perché non condividono il letto con nessuno e la qualità del sonno è migliore.

Una cosa è certa: l’ideale romantico delle due metà che si fondono in un unico essere non è reale: qualsiasi rapporto, per evolversi, ha bisogno di libertà.

In una relazione sana, è indispensabile esprimersi, anche quando si hanno idee opposte. Il segreto è negoziare, cioè trovare punti in comune e stabilire confini che permettano di crescere come coppia e come individuo.

La maggior parte dei single convinti ha paura di perdere la libertà acquisita, ma l’indipendenza si può salvare, mantenendosi “single dentro”, vale a dire liberi di pensare e agire senza uniformarsi alle idee e ai desideri del partner, conservando uno spazio per gli interessi personali e sforzandosi di crearne sempre di nuovi, nel rispetto della libertà dell’altro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*