Come evitare truffe ai saldi

Guide

Come evitare truffe ai saldi

Federconsumatori e Adusbef hanno formulato un insieme di consigli per evitare falsi sconti e truffe durante il periodo dei saldi. Bisogna diffidare dalle vetrine piene di scritte che non permettono di vedere la merce o che pubblicizzano sconti eccessivi, pari o superiori al 60%; è importante notare se i prodotti sono di fine stagione o degli anni precedenti perché i prodotti in saldo devono riguardare soltanto quelli della stagione in corso. Su ogni capo ci deve essere, obbligatoriamente ed in modo chiaro e leggibile, il cartellino che indica il prezzo di partenza, quello con lo sconto ed il valore in percentuale dello sconto; comunque si consiglia di verificare il prezzo del prodotto prima dell’avvio dei saldi e, se è possibile, fotografarlo in modo da avere una testimonianza certa. Inoltre, non bisogna fermarsi mai al primo negozio: prima di fare un acquisto si suggerisce di girare per i negozi e di confrontare i prezzi e la qualità dei prodotti. E’ bene sapere che i commercianti in possesso del Pos hanno l’obbligo di accettare il pagamento con carte di credito o bancomat. In aggiunta, è a discrezione del negoziante far provare il capo d’abbigliamento ma comunque si consiglia di diffidare dei prodotti che non si possono provare. Le truffe devono essere subito denunciate ai vigili urbani, all’ufficio comunale per il commercio o ad una Associazione dei Consumatori. Si raccomanda di conservare lo scontrino.saldi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...