Come far uscire la sabbia dagli occhi COMMENTA  

Come far uscire la sabbia dagli occhi COMMENTA  

La sabbia negli occhi è un’esperienza dolorosa che può portare a dei graffi negli occhi (abrasioni corneali) o a irritazioni. La sabbia può entrare negli occhi a causa del vento o per un banale incidente in spiaggia, fondamentale è in questi casi il primo soccorso in modo da togliere repentinamente la sabbia per limitare le lesioni e le irritazioni. Quando un corpo estraneo entra negli occhi la lacrimazione risulta abbondante. L’intervento tempestivo fa si che la lacrimazione copiosa aiuti il corpo estraneo ad uscire naturalmente dall’occhio.


Cosa occorre:

  • una tazza
  • acqua (in bottiglia o del rubinetto)
  • sapone antibatterico

Istruzioni:

  1. Lavarsi le mani con sapone antibatterico. Pulire l’interno di una tazza o di una coppa con del sapone antibatterico.

    Risciacquare molto accuratamente per eliminare ogni traccia di sapone.

  2. Riempire la tazza fino all’orlo di acqua a temperatura ambiente, l’acqua in bottiglia è l’ideale ma se non è disponibile lasciare scorrere per un minuto circa l’acqua del rubinetto prima di riempire la tazza (per evitare l’uso di acqua contenente particelle sporche a seguito della seduta nei tubi per un lungo periodo di tempo).
  3. Posizionare la tazza piena d’acqua su una superficie piana.

    Abbassare il viso sopra la tazza immergendo l’occhio interessato dentro l’acqua.

  4. Sbattere la palpebra mentre l’occhio è immerso nell’acqua per lavare via le particelle di sabbia.

    L'articolo prosegue subito dopo

    Di solito ci vogliono dai 10 ai 20 secondi di lavaggio per rimuovere tutte le particelle di sabbia ma a volte anche 15 secondi sono sufficienti.
  5. Monitorare per le successive 48 ore, dopo aver rimosso la sabbia, gli eventuali segni di infezione agli occhi. Ogni volta che un oggetto estraneo viene a contatto con gli occhi c’è la possibilità che un’infezione si sviluppi. I segni di un’infezione sono arrossamento, gonfiore, dolore / disagio e secrezione oculare.

Consigli e avvertenze:

  • I punti dall’1 al 3 devono essere fatti con l’aiuto di una terza persona in quanto il soggetto colpito si troverà in una situazione di disagio, specialmente se entrambi i suoi occhi sono stati colpiti.
  • Se non avete a disposizione una tazza pulita versate direttamente l’acqua nell’occhio, cercate di non sbattere le palpebre per qualche momento.
  • Se non avete a disposizione l’acqua utilizzate il collirio che vi aiuterà a disinfettare l’occhio.
  • Se l’acqua non è disponibile continuate a far lacrimare l’occhio, è un processo molto più lungo, la sabbia infatti non uscirà subito dall’occhio e la probabilità di abrasioni corneali aumenta significativamente ma questo è l’unico metodo da usare se non avete a disposizione dell’acqua.
  • Se il lavaggio degli occhi non rimuove l’oggetto estraneo rivolgersi ad un medico. Una persona con un’abrasione corneale avrà la sensazione di avere ancora qualcosa negli occhi per cui una visita medica è essenziale per determinare la vera natura del dolore.
  • Resistere alla tentazione di strofinarsi gli occhi in modo da evitare che la sabbia si sposti e causi graffi sulla superficie dell’occhio o abrasioni corneali.
  •  Se dopo il lavaggio si sente ancora come se ci fosse un corpo estraneo nell’occhio (cioè si verifica ancora la voglia di strofinare l’occhio e l’occhio continua a lacrimare), è possibile che l’occhio possa aver subito un’abrasione corneale. Tenete gli occhi chiusi, applicate una benda sull’occhio (se disponibile) e consultare immediatamente un medico.

Leggi anche

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*