Come fare: Anatra In Agrodolce – Ricetta pollame COMMENTA  

Come fare: Anatra In Agrodolce – Ricetta pollame COMMENTA  

Ecco la ricetta del giorno: Anatra In Agrodolce. Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Anatra.

Leggi anche: Ricetta Anatra In Agrodolce

Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Pollame
Ingrediente principale: Anatra
Persone: 4
Ingredienti:
1 Anatra Di 1400 G
2 Cipolle
40 G Burro
1 Foglia Salvia
2 Bicchieri Brodo
1 Rametto Menta
2 Cucchiai Zucchero
2 Cucchiai Aceto Di Vino
Sale
Pepe

Preparazione:
Eliminate testa, collo e zampe all’anatra, salatela e pepatela internamente, legatela. In una casseruola fate sciogliere il burro e mettetevi le cipolle affettate finemente. Quando sono diventate trasparenti unite la salvia e poi l’anatra. Giratela più volte perché risulti ben colorita da tutte le parti. Versate il brodo caldo, coprite e cuocete a fuoco basso per un’ora e mezzo o più, girando il volatile di tanto in tanto. Togliete l’anatra dal recipiente e tenetela in caldo. Versate sul fondo di cottura un mestolino d’acqua bollente e poi cospargete di menta tritata. In un pentolino mettete lo zucchero e un cucchiaio d’acqua fredda, ponete sul fuoco e fate caramellare. Quando ha raggiunto un bel colore biondo versatelo sul fondo di cottura insieme a due cucchiai d’aceto. Mescolate bene, regolate il sale. Slegate l’anatra, tagliatela a pezzi, ricomponetela sul piatto da portata e servitela con la salsa calda a parte. Vini di accompagnamento: Valtellina Superiore Valgella DOC, La Stoppa VdT Dell’Emilia, Cannonau Di Sardegna DOC.


Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Leggi anche

PRESEPE.
Guide

Presepe fai da te: consigli

A quale periodo risale il presepe? Cosa significa la parola "presepe"? Scopriamo insieme come allestire un presepe fai da te. "Presepe" è una parola latina che significa "luogo recintato" ed è il termine per definire la rappresentazione della nascita di Gesù Cristo nella mangiatoia, circondato da Giuseppe e maria, il bue e l'asinello, i pastori e i Re Magi. La scena della nascita di Gesù è chiamata anche "Natività". La rappresentazione della nascita di Gesù ha origini antichissime e la troviamo già nelle vecchie catacombe dove i primi Cristiani si nascondevano per scappare alle persecuzioni da parte degli imperatori romani Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*